Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Santa Margherita, bando per il sostegno al pagamento della Tari: come e dove fare domanda

Santa Margherita. Il 14 settembre è stato pubblicato il bando per l’erogazione di contributi per il sostegno al pagamento TARI.  Il termine per le presentazioni delle domande è il 17 ottobre.

Possono beneficiare dei contributi i cittadini residenti in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Il cittadino di uno Stato non aderente all’Unione Europea è ammesso se munito di permesso di soggiorno o di carta di soggiorno, per i cittadini non comunitari, da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella regione Liguria.

b) residenza anagrafica nel Comune di Santa Margherita Ligure da almeno due anni consecutivi.

c) titolarità di un contratto di locazione relativo a una unità immobiliare ad uso abitativo non inclusa nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 o con superficie utile netta interna non superiore ai 110 mq, estendibile fino a 120 mq. per i nuclei familiari con più di cinque componenti e canone di locazione non superiore ad € 8400 annui; ovvero

d) proprietà del solo alloggio di residenza il cui valore complessivo di riferimento, ai fini
dell’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili, non sia superiore a quello corrispondente al valore medio – incrementato del 20% – degli alloggi di ERP presenti nel bacino d’utenza dove è localizzato il Comune di Santa Margherita Ligure (€ 124.985,59);

e) non titolarità, con esclusione del solo alloggio di residenza, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nell’ambito del territorio provinciale, su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare stesso;

f) non titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su uno o più beni immobili ubicati in qualsiasi località del territorio nazionale il cui valore complessivo di riferimento, ai fini dell’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili, sia superiore a quello corrispondente al valore medio – incrementato del 20% – degli alloggi di ERP presenti nel bacino d’utenza dove è localizzato il Comune di Santa Margherita Ligure (€124.985,59);

g) non aver alienato o donato immobili negli ultimi cinque anni né da parte del richiedente né da parte di alcun membro della famiglia.

h) valore dell’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente), riferito al predetto nucleo familiare, non superiore a € 17.650,00 nel caso di alloggio in locazione ovvero € 15.000,00 nel caso di alloggio in proprietà. Per nucleo familiare si intende quello costituito dai coniugi anche non conviventi, purché non legalmente separati.

La domanda deve essere redatta unicamente su apposito modello che potrà essere ritirato presso l’Ufficio Casa del Comune – Corso Matteotti 75 III piano –- o presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.), o dal sito Internet del Comune di Santa Margherita Ligure.

La domanda dovrà essere consegnata all’Ufficio Protocollo – P.zza Mazzini 46 dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle 12.00 e il mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00, in alternativa, essere inviata a mezzo raccomandata A/R, con allegata una fotocopia di un documento di identità valido di colui che sottoscrive la dichiarazione sostitutiva), entro il 17/10/2015 (termine ultimo perentorio pena l’esclusione della domanda di contributo).

Alla domanda devono essere obbligatoriamente allegati: fotocopia di un documento di identità valido di colui che sottoscrive la dichiarazione sostitutiva (farà fede la data impressa nel timbro postale) e copia fotostatica del modello F24.

Il contributo verrà erogato in base a una tabella consultabile nel bando.

“Nonostante i tagli dello Stato centrale siano aumentati, la nostra Amministrazione continua a promuove azioni di sostegno per le famiglie in difficoltà – dichiara il vicesindaco con delega ai Servizi alla Persona Emanuele Cozzio – verso le quali interveniamo concretamente anche con aiuti economici. In questo caso sono stati stanziati 52 mila euro”.

Si ricorda ai fini dell’accertamento della veridicità delle dichiarazioni presentate, e per assicurare la migliore destinazione delle risorse pubbliche, annualmente l’ufficio competente promuove controlli delle certificazioni I.S.E.E. attraverso l’accesso delle banche dati e le segnalazioni qualificate.