Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rari Nantes Bogliasco, il debutto è una festa: Trieste sconfitto 10 a 3 risultati

Bettini: "Spettacolo sugli spalti: giocare di sera è la soluzione per portare pubblico in piscina"

Bogliasco. È come se fosse il primo giorno di scuola: la piscina “Gianni Vassallo” bella come non mai, le squadre cariche ed emozionate. C’è il pubblico delle grandi occasioni nonostante la diretta televisiva, perché qui è più comodo del salotto di casa. Sul bordo vasca ci sono i cinque Trofei del Giocatore vinti consecutivamente dalla società ligure.

Gli arbitri e le squadre sfilano accompagnati dalle bambine ed i bambini dell’aquagol HaBaWaBa della Rari Nantes Bogliasco. E la gioia aumenta. Poi ci sono gli Irriducibili con le bandiere, i cori, i tamburi, il cuore.

Presenti il sindaco e parlamentare Luca Pastorino, il vicepresidente della Federazione Italiana Nuoto Lorenzo Ravina, il delegato per le squadre giovanili Gianfranco De Ferrari. In postazione Rai l’altro vice presidente Francesco Postiglione e Dario Di Gennaro e anche questo è un piacere. Così come quando, all’intervallo lungo, entrano in acqua alcune atlete del settore nuoto sincronizzato e anche la loro presenza ed esibizione è da applausi. Sono Giulia Canepa, Giorgia Bozzo, Beatrice Pulinas, Adriana Camposaragna, Silvia De Marchi, Gaia Ravina, Alessandra Scarlatti, Francesca Crovetto, allenatrici Virna Taccone e Aurora Sarlo.

Ora però è solo pallanuoto. Bogliasco incompleto, in attesa dell’arrivo del nazionale brasiliano Gonzales, per il primo evento della stagione 2015/16.

Partiti. Palla al Bogliasco. Di Somma a lottare al centro. Serve Gambacorta in uno, para Jurisic. Nulla di fatto per gli avversari nel rovesciamento di fronte. Riparte la Rari e Guidaldi la mette dentro con una deliziosa e spietata colomba. Superiorità per il Bogliasco che la trasforma, ma poco prima era arrivato il fischio per il fallo da due metri. Doppia superiorità a favore degli avversari: Prian e Monari nel pozzetto, difesa perfetta, la palla non passa. Il pareggio porta la firma di Rocchi: uomo in più e 1-1. Poi tanto nuoto.

Secondo tempo. Palla al Bogliasco. La lotta del capitano Di Somma ed un gol che strappa applausi a scena aperta e segna il 2-1. Porta avanti il gioco Guidaldi, aspetta che arrivino i suoi, serve il vicecampione del mondo under 20 Ravina: è quasi uno contro zero, la palla gonfia la rete. Superiorità numerica per il Bogliasco: palla a Ravina-mano-calda, un bellissimo gesto, braccio a rientrare e 4-1. Uomo in più anche per il Trieste, Prian c’è. Ancora Ravina con un gran gol in rovesciata chiude la prima metà di gara.

Cambio campo. Superiorità per il Trieste, nulla di fatto e sulla ripartenza c’è il gol dei padroni di casa: Di Somma dal centro fa 6-1. Espulsione in coppia, Elez e Gambacorta. Poi ancora Ravina, in superiorità, ma senza nemmeno aspettare lo schieramento, alto sull’acqua, perfetto, come il poker personale. Funziona la difesa della Rari, c’è intesa tra il portiere e compagni di squadra. Bettini sta utilizzando tutti i giocatori a referto fatto salvo, fino ad ora, del secondo estremo difensore Pellegrini. In acqua ci sono anche i più giovani, insieme. Rigore a favore dei padroni di casa: lo conquista Di Somma, lo batte Ravina, lo para Jurisic. Ravina la mette ancora dentro a cinque secondi dal termine della terza frazione di gioco in superiorità. Punteggio: 8-1.

Ultimo tempo. Palla al Bogliasco. Ma c’è la rete del Trieste con Popovic. Poi Elez su rigore. La risposta è di Alessandro Di Somma in superiorità: 9-3. Si fa sotto il Trieste, come è giusto e fisiologico che sia, ma la difesa locale, come detto, non molla. Nemmeno il Bogliasco, che a 42 secondi dal termine segna il gol da doppia cifra con la firma del capitano.

Daniele Bettini, allenatore della Rari Nantes Bogliasco, afferma: “Tutto ha girato bene, una bella partita giocata alla grande. Loro hanno avuto un po’ più di problemi di noi, era la prima ed erano nervosi, si vedeva, emozionati, una squadra giovane, con grandi individualità ma sono convinto che sentiremo parlare di loro. Noi bene, dal primo all’ultimo, tutti hanno avuto modo di giocare, più di così non potevo sperare. Lo spettacolo sugli spalti è la conferma di quello che ho sempre ripetuto: giocare di sera è la soluzione per portare pubblico in piscina. Uomo partita? Tutti, hanno giocato tutti bene”.

“Un ritorno in Liguria mesto – dichiara Stefano Piccardo, allenatore del Trieste -. Abbiamo patito l’esordio ed espresso una brutta pallanuoto. Abbiamo giocato male, non siamo mai entrati in partita. Dobbiamo lavorare, abituarci a questi ritmi, a questa aggressività. Stasera nessuna risposta ma sono convinto che possiamo migliorare. Per noi essere qui è un piacere, abbiamo vissuto una giornata storica però dobbiamo dimenticare velocemente tutto: venerdì arriva il Posillipo, una grande squadra, abbiamo una settimana per lavorare. Il Bogliasco ottimo, mi è piaciuto molto, bella squadra“.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Trieste Pallanuoto 10-3
(Parziali: 1-1, 4-0, 3-0, 2-2)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane, A. Di Somma 4, Gavazzi, Guidaldi 1, Ravina 5, Gambacorta, Puccio, Giordano, Fracas, Monari, Guidi, Pellegrini. All. Bettini.
Trieste Pallanuoto: Jurisic, Podgornik, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, Popovic 1, Rocchi 1, Turkovic, Berlanga, Elez 1, Mezzarobba, Vannella. All. Piccardo.
Arbitri: Collantoni e Riccitelli.
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 4 su 7 più 1 rigore fallito, Trieste 1 su 9 più 1 rigore segnato. Usciti per limite di falli: nessuno.