Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte distrutto, canile isolato a Davagna: i volontari devono attraversare il torrente a piedi

Rifugio chiuso al pubblico a tempo indeterminato

Davagna. Il maltempo non ha creato solo danni materiali, ma ci sono anche venticinque cani fra le vittime dei violenti temporali che nella notte fra domenica e lunedì hanno colpito la regione.

A segnalare il caso i responsabili del rifugio Dogsville sulle alture di Genova, precisamente a Davagna, che sulla pagina Facebook hanno postato un appello ad intervenire dopo che le piogge torrenziali hanno spazzato via il ponte e reso impraticabili le strade di accesso.

Il canile è rimasto senza energia elettrica e i volontari per arrivarci devono attraversare il torrente a piedi. Le volontarie raccontano che in uno “scenario da incubo”, in cui i cani sono stati raggiunti a poche ore di distanza dal nubifragio, appena il livello del fiume ha permesso di attraversarlo con un minimo di sicurezza.

“Solo la gioia degli animali finalmente raggiunti dopo una notte probabilmente difficile anche per loro, ci ha permesso di dimenticare, almeno per un attimo, tutti gli attuali problemi che comunque tali rimangono. La strada infatti non sarà accessibile ai mezzi su ruota a tempo indeterminato, ma ancora più preoccupante sono i tempi che temiamo saranno necessari per il ripristino di una passerella che consenta a cani e volontari di attraversare il fiume ed ai visitatori, potenziali adottanti, di accedere alla struttura”, scrivono su Fb, annunciando la chiusura del canile al pubblico a data da destinarsi.

Le testimonianze di vicinanza sono arrivate numerose, anche da parte di persone disposte a mettersi al lavoro per cercare di riportare la situazione alla normalità il prima possibile.