Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, l’incertezza di Taranto si ripercuote su Genova. Berrino: “Presto convocazione del collegio di vigilanza”

Manganaro: "Perdiamo commesse e gruppo non è ritenuto affidabile. Servono risposte dela Governo"

Più informazioni su

Genova. La situazione dello stabilimento dell’Ilva di Taranto rischia di ripercuotersi negativamente su Genova a causa di un rallentamento nella produzione della banda stagnata che arriva spesso in ritardo e talvolta anche con qualità scarsa. Sarebbe stata la stessa azienda ieri in un incontro con le rsu genovesi per discutere della rotazione dei contratti di solidarietà a illustrare la situazione di pesante incertezza. Proprio perché il rallentamento della produzione potrebbe avere ripercussioni sui numeri dei lavoratori in solidarietà.

“Il gruppo sta perdendo commesse – spiega il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro – perché è ritenuto inaffidabile. A Taranto c’è una situazione di incertezza per via dell’inchiesta e insieme la mancanza di investimenti. Per questo è urgente una risposta da parte del governo sul futuro del gruppo a livello nazionale”. Non solo, per quanto riguarda lo stabilimento genovese i sindacati hanno chiesto formalmente la convocazione del collegio di vigilanza sul rispetto dell’accordo di programma.

“Ho già sentito telefonicamente il prefetto – spiega l’assessore regionale al Lavoro Gianni Berrino – e insieme all’assessore Rixi stiamo predisponendo la lettera formale per chiedere la convocazione”. Domani il ministro allo sviluppo economico Graziano Delrio dovrebbe essere a Genova per l’inaugurazione del salone nautico. Nell’occasione la Regione potrebbe chiedere un incontro per verificare la situazione del gruppo siderurgico.