Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Expo 2015: ovazione da rockstar per il violino di Paganini a Palazzo Italia foto

Più informazioni su

Milano. Una lunghissima ovazione da un auditorium di Palazzo Italia affollato in ogni ordine di posti, a Expo Milano 2015, ha salutato l’esibizione del violino di Paganini, il celebre Guarnieri del Gesù, suonato da Laura Marzadori, violinista di fama europea e primo violino alla Scala di Milano che ha ricevuto accoglienza caldissima, da rockstar.

L’evento clou della Settimana del Protagonismo della Regione Liguria a Expo Milano 2015, con iniziative a Padiglione Italia e a Pianeta Lombardia, ha rappresentato un doppio ritorno paganiano in Lombardia e a Milano. Il violino fu costruito a Cremona e nel capolugo lombardo Niccolò Paganini trascorse molti anni. A Milano il grande violinista genovese conobbe l’editore Giovanni Ricordi che gli pubblicò i “Capricci”.

Il “Cannone” di Paganini, custodito a Palazzo Tursi dal Comune di Genova, è uno strumento unico, perché le sue parti principali sono giunte intatte fino a noi. La vernice è ancora quella originale e, nella parte terminale della tavola armonica, è visibile il segno dell’uso da parte di Paganini che, come tutti i suoi contemporanei, suonava senza usare la mentoniera, poggiando il mento direttamente sullo strumento.

L’ultima “esibizione” in trasferta del violino è stata infatti una decina d’anni fa, nel 2006 in Scozia, al City Hall di Glasgow.

Con l’assessore alla Cultura della Regione Liguria Ilaria Cavo e il saluto della collega Carla Sibilla del Comune di Genova, il concerto nell’auditorium di Palazzo Italia, alla presenza del presidente Giovanni Toti, è stato introdotto da Maurizio Roi, sovrintendente del teatro Carlo Felice di Genova, insieme con Raffaele Mellace, professore di storia della musica all’Università degli studi di Genova, il conservatore e Virginia Villa direttore del museo di Cremona.