Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal Comune di Chiavari contributi per Ato e Tari: come e dove presentare le domande

Chiavari. “Nell’ambito delle Politiche Sociali, l’amministrazione Comunale di Chiavari, consapevole dei bisogni locali, promuove politiche territoriali di sostegno ed affiancamento attivo alle fragilità ed ha voluto anche quest’anno, in questo perdurante tempo di crisi, intervenire concretamente con sostegni economici alle famiglie e alle persone in difficoltà aprendo dal 14 settembre due bandi per ottenere un contributo ATO per il pagamento della bolletta dell’acqua potabile sostenute nell’anno 2014; un contributo per il pagamento TARI (Tassa Rifiuti e Servizi) per l’anno 2015”. Lo dichiarano il sindaco di Chiavari Roberto Levaggi e l’assessore Nicola Orecchia.

Per quanto riguarda la Tari, potranno fare domanda coloro che hanno un valore ISEE inferiore o uguale a 5 mila euro, comprensivo dei compensi e/o contributi erogati dal Comune di Chiavari. La documentazione da presentare consiste nell’attestazione ISEE ordinario rilasciata dall’Inps nell’anno 2015 (redditi 2013), cartella TARI anno 2015 (in fotocopia) e documento di identità personale in corso di validità. Per presentare le domande, che saranno accolte fino al 30 ottobre, i cittadini possono recarsi presso l’ufficio assistenza (primo piano, via Remolari, 9) nei giorni di lunedì-mercoledì-giovedì-venerdì-sabato dalle ore 9 alle ore 12 e il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17. La modulistica è scaricabile dal sito istituzionale del Comune: www.comune.chiavari.ge.it.

Per quanto riguarda il contributo ATO, potranno fare domanda coloro che hanno un valore ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro, comprensivo dei compensi e/o contributi erogati dal Comune di Chiavari.L’importo del “contributo ATO” per l’anno 2014, che ammonta a 30.344, sarà differenziato in base al numero delle domande e a seconda del numero di componenti della famiglia anagrafica. Anche in questo caso servono l’attestazione ISEE ordinario rilasciata dall’Inpa nell’anno 2015 (redditi 2013), le ricevute di pagamento dell’utenza acqua potabile anno 2014 (in fotocopia) e un documento di identità personale in corso di validità. L’ufficio, gli orari e i tempi per presentare le domande sono gli stessi e i moduli si possono scaricare anche in questo caso sul sito del Comune.