Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Chiavari, tornano le gite organizzate dal Comune

Più informazioni su

Il Comune di Chiavari rende noto che dopo il grande successo ed l’alto gradimento riscontrato, proseguono le gite nell’entroterra organizzate per gli anziani residenti nel comune di Chiavari, avviate per la prima volta in via sperimentale l’anno scorso.

“Si tratta – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Nicola Orecchia – di un’idea nata per promuovere forme di aggregazione e socializzazione tra gli anziani e nello stesso tempo stimolare l’interesse e far riscoprire le realtà culturali e le bellezze paesaggistiche del nostro entroterra, magari dimenticate o ignorate, pur essendo a pochi chilometri di distanza”.

Per partecipare, è stato indetto oggi un bando per le seguenti gite:

Giovedì 17 settembre/Visita a Borzonasca e all’Abbazia di Borzone nel Comune di Borzonasca (max 38 persone);

Giovedì 24 settembre/ “Giornata del fiume Entella” – con visita alla Basilica di San Salvatore dei Fieschi (max 25 persone);

Giovedì 1 ottobre /Visita alle frazioni di Nascio, Cassagna e Calvari( max 25 persone).

Potranno parteciparvi prioritariamente gli anziani autosufficienti residenti nel Comune di Chiavari.

La domanda di ammissione, redatta su apposito modulo fornito dai Servizi Sociali del Comune o scaricabile dal sito internet del Comune di Chiavari, dovrà essere presentata entro venerdì 11 settembre 2015 all’Ufficio Protocollo, Piazza N.S. dell’ Orto 1, aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 12.00, escluso il martedì.

Qualora il numero di richieste superi il numero di posti disponibili sugli autobus messi a disposizione i partecipanti saranno individuati secondo l’ordine di presentazione delle domande all’Ufficio Protocollo del Comune e sarà data precedenza a coloro che, pur avendo presentato domanda entro i termini del bando 2014, non hanno avuto la possibilità di partecipare a nessun itinerario.

Anche per quest’anno sarà tutto gratuito. Di seguito il programma delle tre giornate:

Giovedì 17 settembre 2015

Borzone, Borzonasca e Caperana (Max 38 persone)

Visita guidata a cura del prof. Duilio Citi

ore 9.00 partenza dalle Poste Centrali di Chiavari;
ore 10.00 sulle alture di Borzonasca poco prima dell’abitato di Zolezzi, arrivo e visita alla Sindone di Pietra, già chiamata “Volto Megalitico”, con vista del Terzo Volto, scoperto il 13 luglio da due ragazzini di Canazei. Si tratta di una effigie alta circa sette metri e mezzo e larga quattro la cui foto trasparente, se sovrapposta a quella del Volto della Sindone di Torino, combacia perfettamente. Ignoti scultori verso la prima metà del VII secolo, ispirati da monaci eremiti già presenti da tempo nella zona, resero in modo incredibilmente reale le fattezze del Volto della Sindone sopra una grande roccia appartenente alle così dette oggi “Rocche di Borzone”. Poco più in basso, messo di traverso come se fosse appoggiata alla sua spalla destra, un altro viso delle stesse dimensioni del primo, molto deteriorato perché da secoli impadronito dalla vegetazione, sembra essere quello di Gesù morto sulla croce. N.B. per questa visita non c’è bisogno di fare alcun passo a piedi.
ore 13.00 pranzo.
ore 15.00 arrivo a Borzone e visita dell’Abbazia, uno dei più importanti ed antichi monumenti del Levante ligure. Nel 1184 venne dato il titolo di abbazia ad un monastero fondato a Borzone nella prima metà dell’ottavo secolo dal re longobardo Liutprando, del quale rimangono ancora oggi considerevoli tracce nelle case delle frazioni disseminate nella valle omonima. La superficie delle pareti esterne ed interne della chiesa dell’abbazia, formate da pietre e mattoni, rappresenta un pregevole esempio di delicata decorazione e di suggestivo linguaggio simbolico raggiunto con l’uso di semplici elementi edilizi.
ore 17.00 visita al laboratorio Fratelli Levaggi Sedie Originali di Chiavari in Caperana;
rientro previsto per le ore 19.00.

Giovedì 24 settembre 2015

“Giornata del fiume Entella” (Max 25 persone)

Visita guidata a cura del prof. Duilio Citi

ore 9,00 partenza dalle Poste Centrali di Chiavari;
ore 9,20: arrivo a San Salvatore di Cogorno e visita alla Basilica di San Salvatore dei Fieschi e borgo omonimo, museo della famiglia Fieschi (annesso), punto panoramico poco sopra Breccanecca da dove si gode della vista stupenda della piana dell’Entella con la basilica vista dall’alto, il fiume Entella e i vari punti dai quali si veniva traghettati con la “scaffa” in passato (Dante Alighieri compreso);
ore 12,30: visita della così detta ‘Cà da barca’ sede dell’attuale Trattoria Pinaggia;
ore 13,00: pranzo;
ore 15,00: dimostrazione della titolare della trattoria, Mamma Tina, sugli usi estroversi e sconosciuti della mezzaluna in cucina;
ore 16,00: visita all’antica officina di Fabbro Ferraio (ditta Levaggi) a Caperana davanti all’area del gas dotata ancora di attrezzature antiche (macchine per la tornitura del metallo e altro);
rientro previsto entro le 19.00.

Giovedì 01 ottobre 2015

Nascio, Cassagna e Calvari (Max 25 persone)

Visita guidata a cura del prof. Duilio Citi

ore 9.00 partenza dalle Poste Centrali di Chiavari;
ore 10.00 visita dei paesi di Nascio e di Cassagna. Situati nella parte alta della sponda sinistra del torrente Graveglia, questi paesi rappresentano, dal punto di vista architettonico e urbanistico, la sintesi tra conoscenze di tecniche edilizie affinatesi nel corso dei secoli dell’alto medioevo e magistrali composizioni di spazi all’interno degli stessi. In epoche più recenti, grazie ad un raggiunto benessere economico, si sono aggiunte alle case aie pensili che hanno prodotto un armonico rimbalzare di volte tra un muro e l’altro attraverso splendidi giochi di vera e propria magia progettuale;
ore 13.00 pranzo;
ore 14.30 partenza per Iscioli Basso, sempre in val Graveglia, dove verrà visitato l’antico laboratorio per la fabbricazione dei testi e dei testetti in terracotta, vere e proprie sopravvivenze preistoriche nel campo delle attrezzature per la cucina tradizionale locale.
ore 16.00 partenza per Chiavari e, sulla via del ritorno, a Calvari: il Sig. Renato Lagomarsino accompagnerà nella visita del Lascito Cuneo;
rientro previsto per le ore 19.00.