Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aglietti: “L’Entella subisce torti arbitrali da troppo tempo” risultati

Staiti: "Siamo stufi di sentirci dire 'bravi' e tornare a casa senza punti"

Chiavari. Orgoglio, rabbia e frustrazione sono i sentimenti che traspaiono dalle parole di mister Alfredo Aglietti nel post partita di Entella-Cagliari: una sconfitta immeritata, viziata da un arbitraggio giudicato non all’altezza dal tecnico toscano.

E’ da troppo tempo che questa squadra subisce torti arbitrali – esordisce l’allenatore -. Dirigere una partita a Chiavari, o in generale con l’Entella, è facile: i fischietti sentono meno pressione e commettono errori a senso unico. La nostra è una piazza tranquilla e mi viene da pensare che ci sia chi se ne approfitta. Le sviste nel calcio ci possono stare ma devono essere ripartite tra entrambe le squadre. L’Entella chiede equità e rispetto“.

Il match. “Io devo fare solo i complimenti ai miei ragazzi – continua -. Anche dopo lo svantaggio hanno continuato a crederci, costruendo altre occasioni da gol. L’approccio alla partita è stato quello giusto, l’avevamo preparata bene. Il Cagliari è una corazzata eppure l’abbiamo messo in difficoltà. Purtroppo siamo stati condannati da due decisioni arbitrali”.

“Oggi la differenza tra Entella e Cagliari sinceramente non si è vista – dichiara in sala stampa Lorenzo Staiti -. Abbiamo fatto una grande prestazione contro quella che da tutti è considerata la squadra più forte del campionato. Dopo un’ottima prova ci troviamo a commentare nuovamente una sconfitta: siamo stufi di sentirci dire ‘bravi’ e tornare a casa senza punti, soprattutto se le responsabilità non sono nostre”.