Quantcast
Altre news

A Santa Margherita nuove regole per chi porta a spasso i cani: parte la campagna informativa

poker sfruttato dal padrone :-)

Santa Margherita. “Occorre saper riconoscere e tutelare il valore della relazione tra uomini e animali, ma occorre anche che quanti vivono in compagnia di animali abbiano rispetto per gli spazi pubblici e per i criteri di buona convivenza. La cultura del reciproco rispetto è uno strumento per misurare il nostro senso di civiltà”. Il sindaco Paolo Donadoni interviene così in merito al dibattito in corso in città in merito alle nuove disposizioni riguardanti i conduttori di cani.

“Le parole d’ordine sono: rispetto, civile convivenza, equilibrio, senso di responsabilità, pulizia – prosegue il sindaco (che ha sostenuto una tesi di laurea sul tema degli animali e che da anni scrive saggi accademici sul rapporto tra uomini e animali di affezione) – Santa Margherita Ligure è una città che esprime accoglienza verso i cani. È dotata di vari luoghi accessibili dai cani che questa Amministrazione intende migliorare con interventi mirati al fine di agevolare sempre più la convivenza tra animali e umani”.

Nel dettaglio i luoghi dedicati agli amici a quattro zampe sono: la spiaggia denominata “Bau Bau Beach” (situata dopo la spiaggia dell’Hotel Regina Elena), il Parco di Villa Durazzo (secondo le modalità da tempo in vigore), il Parco per i cani (situato a metà della scalinata che unisce via Garibotti e via Pastine).

“Questo provvedimento – conclude Donadoni – s’inserisce in un quadro di riflessione generale sulla pulizia della città e di rivisitazione degli strumenti e delle modalità operative. Stiamo studiando una razionalizzazione del piano di lavaggio e pulizia di strade e di marciapiedi, abbiamo previsto la pulizia quotidiana delle spiagge libere del litorale, siamo intervenuti al fine di evitare l’abbandono di bottiglie sul territorio, abbiamo introdotto questa disposizione sulle deiezioni liquide e solide dei cani: tutte iniziative volte a migliorare le condizioni di pulizia della nostra città. In questo contesto, occorre che le persone si comportino con rispetto le une verso le altre. Non è accettabile che qualcuno dica: ‘c’è sporco quindi mi sento autorizzato a sporcare anch’io’. Le regole mirano alla pulizia della città. Rispetto verso tutti, anzitutto verso i bambini, i più esposti al contatto con le defecazioni e l’urina dei cani”.

Si precisa che in questi giorni alcuni operatori del comune stanno distribuendo i volantini realizzati ad hoc per informare la cittadinanza sulla normativa in vigore. Prossimamente la campagna informativa verrà estesa anche alle scuole. Scopo dell’Amministrazione è quello di formare una consapevolezza sociale che consenta la civile convivenza tra uomini e animali.