Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Una torta da 13 quintali, Lavagna celebra le nozze dei conti Fieschi foto

Appuntamento il 14 agosto: Bianca de Bianchi e Opizzo Fiesco convolano a nozze

Lavagna. Giulia Codda, giovane laureata in biologia di 24 anni e Giovanni Castello,operatore tv di 37, saranno i protagonisti principali della 67esima edizione della Torta dei Fieschi di Lavagna che andrà in scena la vigilia di Ferragosto, venerdì 14, in piazza Vittorio Veneto.

Impersoneranno la contessina senese Bianca de’ Bianchi e il conte Opizzo Fiesco, i nobili sposi che il 14 agosto del 1230 offrirono alla popolazione dei sestieri e del contado di Lavagna una gigantesca torta nuziale. Un episodio a metà tra storia e leggenda che Lavagna rievoca dal 1949 e che si riallaccia alla figura di Opizzo Fiesco figlio di Ugone, uomo d’arme impegnato nel 1230 nella guerra tra senesi e fiorentini e fratello maggiore di Sinibaldo Fiesco, divenuto poi papa nel 1243, celebre per aver scomunicato l’imperatore Federico II di Svevia.

E’ dal 1949 che il 14 agosto a Lavagna un sontuoso corteo storico in costume medievale attraversa le vie della città e si conclude ai piedi della Torre Fieschi, ricostruzione di un’antica costruzione militare oggi inglobata nel tessuto urbano di via Roma.

Secondo la leggenda, il conte Opizzo Fiesco nel 1230 torna vittorioso dalle sue imprese guerresche e decide di sposare una bella senese: Bianca dei Bianchi. Dopo la lettura del proclama delle nozze, la Contessa effettua il “taglio” della torta: un dolce di tredici quintali, da Guinnes dei Primati, confezionato dai maestri pasticceri di Lavagna.

Un impianto storico di grande importanza per una festa – organizzata dai Sestieri di Lavagna e dal Comune con il patrocinio della Regione Liguria – che coinvolge il pubblico da sessantasette anni con un corteo storico di oltre trecento figuranti in abiti medievali, un ricco spettacolo di musiche e danze d’epoca, giochi d’arme e di bandiera e con la distribuzione di una colossale torta preparata dai maestri pasticceri di Lavagna. Per gustarla il pubblico deve trovare nella folla l’anima gemella: un gioco di abbinamenti maschio-femmina che da sempre è la chiave del successo della festa. Gli organizzatori sempre venerdì confermano l’atteso appuntamento con la Notte di Bianca.

Allo scoccare della mezzanotte i festeggiamenti per le nozze di Opizzo e della contessina senese si trasformano in un grandioso dj set all’aperto: musica e divertimento per tutti fino a notte fonda. Un po’ come avveniva nelle prime, mitiche Torte degli Anni Cinquanta, con le orchestrine che, in piazza, “aiutavano” le coppie appena formate a rompere il ghiaccio e ad abbandonarsi ai sortilegi di una magica notte d’estate.