Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tra mestieri e sapori, protagonista l’antica vita nella valle: ritorna “U Mundantigu”

Valbrevenna. Ritorna in Valbrevenna “U Mundantigu”, la festa che rinnova le tradizioni storiche e culturali dell’antica vita in Valle, riscoprendo sapori e mestieri di una volta, domenica 30 agosto nell’area piscina-impianti sportivi comunali in località Baio, giunta quest’anno alla quattordicesima edizione.

U Mundantigu è il tradizionale appuntamento con allevatori, produttori ed artigiani locali: i visitatori troveranno la mostra degli animali e dei carri d’epoca e potranno assistere e partecipare ai laboratori artigianali in programma.

Il mercatino dei produttori locali permetterà di acquistare le specialità tipiche delle Valli: miele, sciroppo di rosa, dolci tipici, ortaggi e soprattutto le buonissime patate di montagna, il cui raccolto è appena terminato. Curiosando tra i banchi di piccolo brocante, artigianato locale e cose di una volta si troveranno curiosi oggetti del passato, mentre gli stand gastronomici offriranno l’opportunità di pranzare all’aperto con asado e menu tipico; per la cena sarà cucinato il minestrone e si farà sera accompagnati ai tavoli da suonatori con musica tradizionale.

Inoltre, come sempre, per i bambini il battesimo della sella, con il giro in calessino al mattino e al pomeriggio, arricchito dalla presenza degli asini dell’Antola, accompagnati dall’Associazione Cascinette Little Ranch.

Sempre per i più piccoli, ma anche per la curiosità dei genitori, e la preparazione del “formaggio”, del “burro all’antica” e le dimostrazioni artigiane, come la trebbiatura del grano e la produzione della carta con il metodo antico presentato dal gruppo del Museo della Carta di Mele, che ritorna a Mundantigu anche quest’anno. Alle 11.30 verrà presentato il libro di Alessio Schiavi.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Valbrevenna, in collaborazione con la Proloco ed il Gruppo Sportivo Centro Valbrevenna, con il contributo di Regione Liguria, COOP Liguria e sponsor privati ed il patrocinio del Parco Antola.