Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, Alternativa Tricolore propone le “ronde” e un giro di vite sulla sicurezza

Sampierdarena. “La sicurezza a Sampierdarena e nelle delegazioni limitrofe è ormai al collasso nonostante il continuo impegno delle Forze dell’ Ordine, ma il problema oltre che civico è essenzialmente politico”. Lo dichiara la segreteria provinciale di Alternativa Tricolore.

“A metà degli anni ottanta grazie al ‘buonismo’ delle Civiche Amministrazioni, Sampierdarena, il resto del Ponente e il Centro Storico sono diventate succursali sudamericane e magrebine con tutte le conseguenze che ne sono derivate: sono aumentati gli episodi di violenza,la prostituzione,l’intolleranza e inutili sono state le proteste dei cittadini nei confronti dei vari sindaci precedenti a Marco Doria che, a sua volta, ha seguito le loro orme”, prosegue la nota.

Per Alternativa Tricolore, Sampierdarena è diventata “terra di nessuno”. “I cui abitanti sono costretti a vivere come ‘stranieri in patria’, subendo passivamente l’invasione dei sudamericani e degli africani”.

Da qui la proposta al Presidente del Municipio e al Sindaco Marco Doria. “Maggior controllo nelle zone a rischio specialmente nelle ore notturne da parte delle Forze dell’Ordine polizia carabinieri e guardia di finanza, l’istituzione di ‘ronde’ costituite da volontari con l’aggiunta di un rappresentante istituzionale della Municipalità operanti nei zone dove è alta la criticità in modo tale da segnalare episodi di violenza, spaccio di stupefacenti, furti e altro,la chiusura a tempo indeterminato di locali e circoli gestiti da extracomunitari che provocano disturbo e favoriscono azioni malavitose ritirando agli esercenti i permessi di soggiorno e fornendogli il foglio di via,se necessario poi, come riteniamo, l’integrazione di militari che operino con polizia carabinieri e guardia di finanza come già avviene nel Centro Storico”.

La segreteria Provinciale chiede in pratica un giro di vite e risposte concrete per i cittadini.