Quantcast
Le indagini

Picchiato perché presunto gay, pm convoca amico inglese

Sarà sentito con un interprete e gli verrà mostrato il filmato che riprende gli attimi successivi all'aggressione

autobus bus amt 1

Genova. Il sostituto procuratore Vittorio Ranieri Miniati convocherà nei prossimo giorni l’amico inglese del barista di 44 anni picchiato a bordo di un bus della linea 1 la notte del 14 luglio. L’inglese è già stato ascoltato due volte dai carabinieri della Compagnia di Portoria che conducono l’inchiesta. Obiettivo del pm è interrogare l’unico testimone diretto del pestaggio con l’ausilio di un interprete per ottenere più dettagli possibili su quanto accadde quella notte.

All’uomo verrà anche mostrato il filmato, ripreso da una telecamera del Comune di Genova in cui lui e il barista salgono sul un taxi subito dopo l’aggressione, mentre un gruppetto di cinque persone si allontana verso i vicoli del centro storico. Nel frattempo gli investigatori stanno analizzando il traffico della cella telefonica che copre la zona di piazza Caricamento per tentare ripercorrere gli spostamenti del ‘branco’.

Gli inquirenti intanto continuano a domandarsi come sia possibile, visto il numero ingente di persone riprese a passeggiare in piazza Caricamento quella notte, che nessuno si sia accorto di quanto avveniva a bordo di un autobus fermo al capolinea e nessuno abbia pensato di chiamare le forze dell’ordine.

leggi anche
  • Messa in prova
    Picchiato perché ritenuto gay, niente carcere per il più giovane degli accusati
    tribunale minori di genova