Quantcast
Zenga chiarisce l'espulsione

Muriel-Eder, attenti a quei due

Luis Muriel

Genova. “Sono molto contento per la vittoria, oltre che per i miei gol. Volevamo iniziare così questo campionato e nel primo tempo abbiamo giocato una partita perfetta”. Luis Muriel è felice per la doppietta contro il Carpi, ma anche per lo stato di forma e l’intesa con Eder: “Conosco un po’ di più i suoi movimenti e lui i miei, abbiamo creato una bella intesa. Finalmente ora sto bene e voglio far vedere le mie giocate ogni partita”.

Anche Zenga è soddisfatto nonostante l’espulsione nel primo tempo. L’allenatore blucerchiato chiarisce cosa è successo, smentendo le voci iniziali sulle proteste nei confronti dell’arbitro: “Sono uscito troppe volte dall’area tecnica. Dovrò abituarmi allo spazio ristretto”.

Il mister analizza il match: “I ragazzi hanno fatto cinque gol, mostrato che se mantengono la tensione giusta fanno divertire la gente. Questo è il segreto. Quando abbiamo calato l’attenzione abbiamo mostrato di avere un grandissimo portiere”.

La squadra cresce: “Abbiamo più benzina siamo più freschi mentalmente e anche i più giovani hanno dimostrato di sapersi inserire bene, a parte l’espulsione, Ivan è stato importantissimo per l’economia della partita, si è fatto trovare pronto. Fermo restando che se Soriano, Eder e Muriel girano non ce n’è per nessuno”. Su Soriano Zenga nutre ancora qualche speranza: “Spero di averlo a disposizione nella difficilissima trasferta di Napoli, è difficile iniziare il campionato con il mercato ancora aperto, il mio ruolo è quello di motivare tutti”.

L’ultima parola è su Cassano: “Antonio fa parte del gruppo ed è sempre a disposizione, come gli altri. Sarà utilizzato in maniera tale che la squadra possa trarne i maggiori benefici possibili”.

La squadra ora si godrà qualche giorno di riposo, ripresa degli allenamenti mercoledì.

leggi anche
Luis Muriel
Dalla nazionale
Sampdoria, Muriel: “Felice per la fiducia che sento”