Quantcast
Il comunicato

Muore di meningite a Genova, le precisazioni dell’Asl3

asl3

Genova. Dopo il caso del 33enne morto per meningite dopo essere stato dimesso dall’ospedale, arrivano le precisazioni dell’Asl3 Genovese.

“Il paziente – si legge in una nota – è giunto all’osservazione del pronto soccorso di Villa Scassi alle 20.01 del 26 agosto, inviato dall’Evangelico di Voltri. Durante il periodo di osservazione, si è osservata la rapida e totale remissione dei sintomi senza evidenziazione di ulteriori segni che potessero orientare verso sospetti diagnostici indicatori di specifiche patologie”.

“Il paziente comunque è stato trattenuto in osservazione e, già dal primo mattino del 27 agosto, si presentava in buone condizioni generali: asintomatico, vigile, perfettamente orientato. Veniva dimesso alle 11.05 con la prescrizione di esami ematochimici di controllo e prenotazione di una visita specialistica. Il medico di guardia forniva il proprio numero di cellulare invitandolo ad usarlo per qualsiasi necessità.

“Al momento della notizia del decesso e della causa dello stesso – continua l’Asl3 – il servizio di Igiene di ASL3, peraltro già attivato al momento della comunicazione del sospetto avvenuto tramite notifica dall’ospedale Galliera, alla conferma della patologia riconosciuta, si attivava per effettuare l’indagine epidemiologica e individuare i contatti che il paziente aveva potuto intrattenere”.

Più informazioni
leggi anche
cronaca
Aperta inchiesta
Genova, muore per meningite dopo essere stato ricoverato e poi dimesso