Quantcast
Pericoli in agguato

In skateboard giù per le colline di Genova, l’avvertimento: “Pratica pericolosa e illegale”

A Genova sta prendendo sempre più piede la pratica di scendere lungo le strade collinari della città con particolari tavole da skate dette longboard e la polizia municipale di Genova vuole richiamare l’attenzione sui rischi che si corrono.

“Non si tratta solamente di un comportamento vietato dall’articolo 190 comma 8 del codice della strada, che proibisce l’uso nelle strade di qualsiasi tipo di ‘acceleratore di velocità’, come vengono chiamati tecnicamente skateboard e longboard, ma soprattutto si tratta di una attività con margini di sicurezza estremamente ridotti, in quanto si svolge lungo strade aperte al traffico e, per quanto molti degli skaters possano ritenere di avere l’abilità necessaria per evitare le auto e le moto che venissero a incontrare lungo il percorso, un qualunque imprevisto può trasformare drammaticamente la discesa, senza contare i principianti che corrono un rischio ancora maggiore, e lo fanno correre anche a chi, trovandosi sul loro percorso alla guida di un auto o una moto, rischia di travolgerli”, si legge in una nota.

Fino ad ora l’impegno della polizia municipale genovese è quello di tenere sotto controllo il fenomeno, con servizi di pattuglia nelle zone maggiormente battute, dal Righi al quartiere di Quarto alto.

“Il nuovo timore è che la pubblicità di questo tipo di attività sui media e sui social possa spingere molti ragazzi inesperti a provare questa esperienza, con possibili conseguenze dannose – termina la nota – la municipale si impegnerà anche in questo caso con le risorse disponibili al fine di garantire la sicurezza sulle strade”.