Quantcast
Altre news

Genova, via al Festival Internazionale di Musica da Camera “Le Vie del Barocco”

musica da camera orchestra barocca vicenza

Genova. Giovedì 3 settembre alle ore 21 presso il cortile di Palazzo Tursi (Via Garibaldi, 9) prende il via il Festival Internazionale di Musica da Camera “Le Vie del Barocco”, con un concerto dell’Orchestra Barocca di Vicenza diretto da Stefano Bagliano. Il programma comprende l’esecuzione della Suite orchestrale dall’Opera-Balletto “Les Indes Galantes” (Le Indie Galanti) di Jean Philipp Rameau. Saranno utilizzate copie di strumenti dell’epoca e il ricco organico comprende flauti, oboi, tromba, fagotti, timpani, tutti gli archi incluse viole da gamba e clavicembalo.

Raggiunto il traguardo della ventiduesima edizione, il Festival presenta ben 15 concerti, di cui dieci a Genova, tre a Chiavari e due a Savona. L’intenso programma di appuntamenti, che presenta artisti provenienti da Italia ed Europa, si svolgerà dal 3 settembre al 25 ottobre. L’evento si avvale del sostegno di Compagnia di San Paolo, Regione Liguria, Comune di Genova, Comune di Chiavari, Comune di Savona e Metco.

Il Festival è tradizionalmente dedicato soprattutto al repertorio barocco e alla musica dell’età del Classicismo, intesa come massimo esito a cui sono giunte le forme musicali nate nel Barocco. La denominazione Le Vie del Barocco è stato scelta anche al fine di estendere il concetto di Barocco, valorizzando le sue peculiarità e potenzialità fino a intenderlo come una “filosofia di rappresentazione”. Pertanto i programmi includono talvolta anche repertori diversi e l’ultima tendenza è quella di inserire anche concerti che prevedono interazioni e contaminazioni fra arti diverse, dando spazio anche alla danza e alla recitazione.

L’edizione 2015 del Festival è dedicata in particolare alla voce e al violino. La voce umana, alla quale storicamente tutti gli strumenti musicali si sono ispirati per imitazione, verrà rappresentata nei più diversi aspetti: si ascolteranno dunque voci femminili di soprano con vocalità “naturale”, tipica del primo Barocco (le soprano Margherita Chiminelli e Chiara Tizzoni con l’Ensemble Seicentonovecento, venerdì 9 ottobre alla Chiesa di S. Maria del Prato alle ore 21. In programma il Barocco di Carissimi in contrasto con musiche del contemporaneo Flavio Colusso, nell’ambito del progetto “La Via dell’anima”, che prevede anche il giorno prima – giovedì 8 ottobre alle 18.30 – la proiezione del film “La collezione musicale di Santini” di G. Brintrup alla Residenza Universitaria delle Peschiere di Via Parini 5); una voce di baritono versatile in un programma che va dal colto al popolare (Federico Marincola, nella doppia veste di cantante e liutista, giovedì 10 settembre nel cortile di Palazzo Tursi alle 21: all’insegna dell’interazione di arti diverse, insieme al flautista Stefano Bagliano, alla danzatrice Giulia Zerbino e all’attrice Mariagrazia Liberatoscioli, che propongono l’affascinante concerto spettacolo “Musica Maga”, sul potere taumaturgico della musica); una rara voce maschile di sopranista, dotato di una eccezionale ampiezza di registro per poter affrontare le arie virtuosistiche del grande Barocco di Vivaldi e Haendel (Angelo Manzotti, il 24 ottobre al salone dell’Accademia Ligustica alle ore 16.30); e una voce tradizionale di soprano lirico (la cecoslovacca Edita Randova con il pianista Vladimir Strnad, il 29 settembre a Palazzo Tursi alle 21,). Anche il violino avrà una presenza significativa, in omaggio alla ripresa a Genova del prestigioso Premio Internazionale Paganini. Ospiteremo dunque tre recital di rinomati violinisti: la svizzera Kamilla Schatz (che esegue la bellissima Sonata “Kreutzer” di Beethoven con il pianista Benjamin Engeli, il 17 ottobre all’Accademia Ligustica alle 16.30), il turco Hakan Sensoy (martedì 15 settembre a Palazzo Tursi alle ore 21, musiche di Haydn e Schubert con il pianista Antonio Piricone) e il norvegese Michael Suessmann (il 24 ottobre a Chiavari, Palazzo Ravaschieri, alle ore 16.30).
Altri appuntamenti mescolano linguaggi musicali diversi: il concerto “Orient Express” (il 22 settembre all’Oratorio di N. Signora di Castello a Savona e il 23 settembre a Genova a Palazzo Tursi) presenta musiche antiche e moderne orientali – arabe, ebree, armene, sefardite -, con Stephan Eckel alla fisarmonica, Stefano Bagliano al flauto e Erich Huetter al violoncello); mentre nel concerto più cena (martedì 6 ottobre alle ore 20 al nuovo Bistrò “il Michelaccio” di Via Frugoni n. 49 rosso) denominato “Canzoni alla maniera di…” troviamo le più celebri canzoni di Celentano, Conte, Paoli, Battisti, eseguite e variate secondo lo stile di vari noti compositori classici.

Per i concerti di Genova e Chiavari è previsto un biglietto d’ingresso intero a 10 euro (ridotto giovani fino a 25 anni € 7). Concerto più cena del 6 ottobre 35 euro (su prenotazione). L’abbonamento a Genova costa 60 euro . Ingresso gratuito con offerta libera a Genova il 17 settembre e ai due concerti a Savona.
Prevendita a Genova presso Bookshop dei Musei di Strada Nuova, via Garibaldi 9, 16124, tel. 010-2759185 e-mail genova@sistemamuseo.it
Per informazioni: 010-8603597 – 335-6314095 o email a info@collegiumpromusica.com www.collegiumpromusica.com

Più informazioni