Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crollo terrazza ristorante a Pegli, la procura indaga per crollo e lesioni colpose fotogallery

Stamattina sopralluogo della Procura e nuovi rilievi della scientifica. Fascicolo al momento contro ignoti. Al vaglio il capitolato della concessione.

Più informazioni su

Genova. Nelle prossime ore il sostituto Cristina Camaiori aprirà un fascicolo per crollo colposo e lesioni colpose per il crollo avvenuto ieri sera della terrazza del ristorante Andrea Doria sul lungomare di Pegli. Il crollo, che ha visto la terrazzina dove stavano cenando una ventina di persone venir giù per circa 3 metri e mezzo, ha provocato per fortuna 9 feriti non gravi tra cui una famiglia di turisti spagnoli.

Questa mattina insieme al procuratore aggiunto Nicola Piacente il pm Camaiori ha effettuato un sopralluogo sul luogo del crollo insieme alla polizia scientifica che, dopo un primo sopralluogo ieri sera, una volta terminato il lavoro di vigili del fuoco e 118, è tornata con la luce ad effettuare i rilievi.

Secondo quanto appreso sarebbero due i punti ‘deboli’ che hanno provocato il distacco netto della terrazzina dal resto della struttura e il ferro contenuto all’interno del cemento armato sarebbe apparso in pessime condizioni. La struttura, di proprietà del demani e realizzata diversi decenni orsono, aveva da poco ricevuto il rinnovo del certificato di stabilità. Ora è tutto sotto sequestro. I gestori, che avevano in concessione i bagni con annesso ristorante da circa due anni, sono disperati ma nel contempo parecchio sollevati dal fatto che la tragedia sia stata solo sfiorata.

Molto probabilmente la procura incaricherà un ingegnere strutturista per eseguire una perizia sulla struttura. In attesa di una prima relazione da parte degli investigatori e di un’analisi attenta del capitolato della concessione per capire chi avesse la responsabilità di eseguire lavori che evidentemente erano necessari e di chi ha rilasciato l’agibilità il fascicolo per il momento resta contro ignoti.