Quantcast
Genova

Aggressione omofoba a Genova, autoferrotranvieri: “Condanna ad ogni omissione di soccorso”

Genova. FILT, FIT, UILT, FAISA e UGL nell’esprimere la propria solidarietà a Luca, vittima dell’aggressione sull’autobus a Genova, denuncia come oramai gli episodi di violenza, oggi per motivi dettati dalla diversità ma che trovano anche altre motivazioni, sia oramai un fenomeno che è in aumento non solo a Genova.

“L’aumento di questi episodi è la dimostrazione non solo di un impoverimento di carattere socio culturale ma anche di un impoverimento economico della nostra società che si è aggravata soprattutto con gli effetti devastanti dell’ultima crisi economica – si legge in una nota dei sindacati – L’episodio gravissimo è successo a bordo di un autobus di linea come poteva avvenire in un altro posto. Episodio che condanniamo ma che troppo frequentemente anche la categoria degli autoferrotranvieri si trova ad affrontare”.

“Le lavoratrici e i lavoratori autoferrotranvieri hanno sempre dimostrato in questi frangenti senso civico nel reprimere tali episodi anche con azioni eroiche (citando il Buongiorno di Gramellini su La Stampa del 5 Agosto 2015). Non è mai successo che un solo lavoratore di AMT o di ATP si sottraesse dalle proprie responsabilità di cittadino”, termina la nota, che precisa come i sindacati condannino e condanneremo sempre i comportamenti di omissioni di soccorso di chiunque, come atteggiamenti vili e figli di una società che non ci appartiene.