Attenzione

Smog, il caldo non molla e l’ozono sale: ieri sforamento ai Giovi

Genova. Continua ininterrotta la canicola estiva e anche ieri la concentrazione di ozono in atmosfera sul territorio della Città metropolitana di Genova ha superato la soglia di ‘informazione alla popolazione’, evento che fa scattare l’obbligo di informare la popolazione, specialmente quella potenzialmente più vulnerabile all’inquinamento (bambini, anziani, persone con problemi respiratori) sui rischi di una prolungata esposizione all’aria aperta.

Ieri è accaduto al passo dei Giovi, nel comune di Mignanego, dove la centralina della Città metropolitana ha registrato due volte, fra le 14 e le 15 e fra le 15 e le 16, il valore di 181 microgrammi di ozono per metro cubo di aria, appena sopra la soglia di legge di 180.

Nella norma invece le concentrazioni di ozono registrate dalle altre centraline della Città metropolitana, sia in città che sul resto del territorio, e altrettanto nella norma la concentrazioni di tutti gli altri agenti inquinanti rilevati da tutte le centraline: monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Per la giornata di oggi, mercoledì 15 luglio, il servizio meteo dell’aeronautica militare prevede ancora condizioni favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati atmosferici.