Risse e alcool

Sampierdarena, raccolta firme del M5S: “Più controlli sui sedicenti circoli culturali”

Genova. Prosegue a Sampierdarena per la terza settimana consecutiva la raccolta firme del M5S per chiedere che da parte di alcuni enti (Turinsport e CAPIT), che hanno concesso l’affiliazione a parecchi locali del quartiere, effettuino puntuali e tempestivi controlli per verificare che effettivamente i circoli a loro affiliati svolgano le attività culturali riconducibili ai loto enti, vale a dire sport e turismo.

“Purtroppo alcuni di questi locali creano ogni settimana grossi problemi di ordine pubblico alla cittadinanza – dice la consigliera regionale Alice Salvatore – alcuni di questi sono già stati chiusi diverse volte temporaneamente dalle forze dell’ordine e sono in realtà esclusivamente spacci d’alcool che fino a notte fonda minano la tranquillità dei cittadini fino ad arrivare a veri e propri fatti di sangue. Crediamo che all’interno di questi esercizi debba essere proibita la vendita di alcolici.

“Da parte nostra – prosegue – ci impegneremo a chiedere conto a questi signori sulle effettiva attività di tali locali a loro affiliati e faremo tutto ciò che è possibile affinché si proceda con la chiusura definitiva dei locali che rendono il quartiere una vera e propria polveriera come ci viene richiesto dai cittadini e dalle associazioni con cui ci siamo incontrati in questi mesi. La salute, la sicurezza e la tranquillità dei cittadini per noi viene sempre al primo posto”.

Più informazioni
leggi anche
  • Prevenzione
    Sampierdarena, controlli a tappeto della Finanza: nel mirino locali e circoli