Attacco

Regione, Paita: “Relazione Toti molto modesta, solo buone intenzioni”

Liguria. Scintille tra Raffaella Paita, capogruppo il Regione Liguria per il Pd, e la maggioranza. “Massimo rispetto per chi inizia e che verrà giudicato in corso d’opera ma quello che è stato presentato non è un programma di governo della Liguria è un pensierino fatto di buone intenzioni”. Questo il pensiero di Paita, dovo aver ascoltato l’intervento di presentazione della giunta del presidente Giovanni Toti.

“Auspico che arrivi altro. Prendo atto che si tratta di una relazione molto modesta, una modestia che mi ha sorpreso. Quando si sveglieranno e capiranno che la Liguria non è una puntata di Quarto grado si troveranno davanti le questioni reali della Liguria e a quel punto vedremo cosa faranno”.

Secondo Paita “è chiaro che questa maggioranza ha problemi politici interni. L’uomo simbolo di Forza Italia, oggi portavoce di Berlusconi, non ha aderito al gruppo di Forza Italia in regione costituendo un gruppo a parte in cui sono entrati due nominati del listino”.

“C’è un cerchio magico ad appannaggio del presidente, questo è un chiaro schiaffo a Biasotti che ha seguito Toti durante la campagna come un’ombra e ora si ritrova con il gruppo di Forza Italia con tre soli consiglieri. Per quanto ci riguarda accettiamo il confronto perché noi le idee le abbiamo e perché abbiamo cultura di governo”, ha concluso.

leggi anche
  • In consiglio
    “Non c’è progresso senza fiducia nel domani”, Toti cita Kennedy e presenta il programma di governo