Le seconde

Rari Nantes Bogliasco vicecampione d’Italia Under 17 femminile

Le parole di Mario Sinatra e Claudio Gavazzi

Rapallo. Rari Nantes Bogliasco contro Rapallo Pallanuoto: ennesima sfida tra le due squadre liguri leader del campionato Under 17 femminile nella stagione 2014/15, la più importante. La finale per lo scudetto. Riviviamola dal punto di vista biancoazzurro.

E’ la finalissima ed è tutto pronto. Pronostico? Aperto come per tutte le partite così importanti. Un gran bel pubblico. La voce straordinaria ed inconfondibile di Ugo Mannozzi a scandire i tempi.

Per il Bogliasco, oltre alle famiglie, le ragazze ed i ragazzi di prime squadre e giovanili. La Rari Nantes Bogliasco ha vinto tre titoli: 2003, 2004, 2005 e due medaglie di bronzo 2014 e 2011.

Il Rapallo due titoli: 2006, 2008. Un argento 2007. Quattro bronzi: 2003, 2005, 2010, 2013. Ovviamente portano tutti la firma di Mario Sinatra.

Partite. Due minuti di studio poi Franci la mette dentro, posizione due, lasciata sola, incrocia sul secondo palo 1-0. Risponde il Rapallo con Antonini in superiorità 1-1. Raddoppio con Lamarino 1-2. Entra in area Agnese Cocchiere, riceve palla con una precisione millimetrica, è rigore. Batte Millo, Bacigalupo para. Time-out chiesto da mister Sinatra quando mancano 27 secondi al termine della prima frazione di gioco. Prova il tiro Calvauna, al lato della porta. Time-out chiesto da mister Antonucci quando mancano 23 secondi. Alzo e tiro di Zanetta 1-3.

Secondo tempo. Lamarino da fuori, nell’angolino alla sinistra di Malara 1-4. Reagiscono le bogliaschine: espulsione al centro su Agnese Cocchiere, nemmeno il tempo di schierarsi, da uno palla sul palo dove si trova il forte centroboa anche della Nazionale Under 17 di ritorno da Baku che l’appoggia in rete 2-4. Ancora un’espulsione ed è la seconda personale di Sgrò: ancora Agnese Cocchiere e la rete questa volta porta la firma della compagna di Nazionale e capitano della giovane Rarirosa Millo 3-4. Che subito dopo trova la rete del pareggio con una feroce colomba 4-4. Superiorità numerica per il Rapallo, time-out: para Malara, corner, para nuovamente. Palo di Agnese Cocchiere. Traversa di Millo. Sgrò dalla distanza 4-5. Ruba palla Millo quando mancano sette secondi, timeout.

Cambio campo. Zanetta alzo e tiro 4-6. Superiorità numerica per il Bogliasco, tira Millo palla che sembra entrata ma con le porte verticali è difficile. A proposito come si fa a continuare a giocare eventi così importanti con supporti non certamente consoni. Più per il Rapallo, time-out: para Malara, corner, palo. Prova Calvauna, troppo centrale. Doppia inferiorità numerica per il Bogliasco, gol di Zanetta 4-7. Time-out per rimettere in ordine le idee. Occasione con Agnese Cocchiere ai due metri che si libera, non le arriva la palla e suona la sirena di fine tempo.

Ultimo tempo. Palla a due. E Palla al Bogliasco. Tira Teresa Cocchiere para Bacigalupo. Bogliasco nuovamente al tiro, la palla rimbalza fuori. Superiorità, definitiva per tre falli Sgrò, la palla non entra. Prova Millo, alto sopra la traversa. Superiorità numerica per il Rapallo, timeout, para Malara. Controfuga di Agnese Cocchiere, le arriva la palla, lanciata in porta e marcata da dietro, per l’arbitro è espulsione per il regolamento è rigore. Sul rovesciamento espulsione a favore del Rapallo, bel movimento di Tignonsini 4-8. Millo da metà campo 5-8. Mancano due minuti. Superiorità per il Bogliasco, definitiva Giavina, nulla di fatto. Para Bacigalupo. Ancora 45 secondi. Bogliasco vicecampione d’Italia.

Premio speciale a Giulia Millo miglior realizzatrice con 21 reti a pari merito con Domitilla Picozzi (Sis Roma).

Claudio Gavazzi, presidente della Rari Nantes Bogliasco, dichiara: “E’ un bellissimo risultato soprattutto considerando la giovane età media delle nostre atlete. Mi dispiace solo aver visto un arbitraggio non all’altezza. Mi dicono che ieri, non ero presente, nella partita vinta contro la SiS Roma l’arbitraggio ci avrebbe avvantaggiato e questo mi dispiace, sia quando ci avvantaggia sia quando non. Credo che con tutti i proclami fatti dalla Federazione, di investire sui giovani, di curare i vivai, dell’importanza della categoria Under 17, vedere arbitri non all’altezza lascia l’amaro in bocca. Allora forse l’impegno è solo delle società. Questo non vuole sminuire la vittoria del Rapallo che ha vinto con merito, al quale faccio tutti i miei complimenti così come li faccio al meraviglioso secondo posto del Bogliasco, un risultato straordinario ed inaspettato”.

Mario Sinatra, allenatore della Rari Nantes Bogliasco, afferma: “Mi dispiace perché non abbiamo giocato come gli altri giorni ma è un buon punto di partenza. E’ il primo anno, la squadra è giovane, tante di queste bimbe non avevano mai giocato una finale, arrivare fino a qui credo che sia una gratificazione importante per il lavoro fatto. Merito al Rapallo che oggi ha giocato meglio di noi. Sono soddisfatto, una tappa fondamentale in un percorso di crescita. Non si può pensare di vincere sempre: l’importante è esserci , il Bogliasco c’è sempre stato, il nostro obiettivo è esserci sempre, e fare bagaglio di tutte le esperienze che possiamo fare. Questa è stata ottima. C’è rammarico, è chiaro, non siamo venuti qui per perdere, ma bisogna essere consapevoli dei valori. Un percorso stupendo coronato da una medaglia d’argento”.

“Sulle polemiche relative all’arbitraggio – prosegue Sinatra -, non mi interessa e sono anche un po’ stufo. A livello giovanile bisognerebbe che tutti si sedessero, contassero fino a cento prima di parlare. Le finali sono dei giovani, lasciamole fare a loro. Oggi il Rapallo ha meritato,come il Bogliasco ieri ha meritato. Il problema sono gli adulti, gli allenatori: bisogna imparare a comportarsi. La polemica è sterile, brutta, triste e comoda perché a seconda di come gira si reagisce. La Federazione ha scelto di mandare arbitri giovani, tutti abbiamo avuto lo stesso metro di giudizio, anche se ci sono stati errori, giochiamo e divertiamoci. Troppi adulti che parlano e rovinano la pallanuoto. Ora due giorni di festa e prepariamo gli altri impegni. La dedica di questo argento? Alle ragazzine: alla loro voglia di fare, di giocare”.

leggi anche
  • Finale ligure
    Pallanuoto, Under 17 femminile: Rapallo e Bogliasco si contendono il titolo tricolore
  • Pallanuoto
    Under 17 femminile, Rapallo e Bogliasco tra le prime quattro in Italia: oggi le semifinali
  • Pallanuoto
    Under 17 femminile, concluso il girone iniziale: Bogliasco primo, Rapallo secondo
  • Pallanuoto
    Under 17 femminile: Rapallo e Bogliasco, ottimo inizio
  • Pallanuoto
    Bogliasco alle finali Under 17: le parole di Agnese Cocchiere e Giulia Millo