Pallanuoto master

Rari Nantes Bogliasco, un argento ai master di pallanuoto

Bogliasco. Un’altra medaglia ai recenti Campionati italiani master di pallanuoto l’ha portata in Liguria la squadra over 60 del Bogliasco. Avversaria la romana Europa Sporting:  due partite, andata e ritorno, e una bella medaglia al collo, ma soprattutto la soddisfazione di aver partecipato, di aver rappresentato una realtà meravigliosa.

È Luciano Cucchia a raccontarne i dettagli.

COME È ANDATA -“Gli avversari erano mediamente molto più giovani di noi e il loro portiere ha fatto la differenza, ma in realtà è stata un’esperienza positiva, perché alla nostra età tornare a giocare è qualcosa di straordinario, ti prende la testa, torna la voglia di andare in piscina ad allenarti, di fare gruppo.
I master veri sono questi dai sessanta anni in poi: vecchietti, tra i quali giocatori che in carriera hanno anche fatto belle cose, che hanno scoperto che si può tornare a giocare senza  cattiveria, con gioia”.

È LO SPIRITO DELLA VOSTRA SQUADRA -“Un’armata brancaleone,  uno senza un occhio, alcuni che hanno subito importanti interventi chirurgici, altri che soffrono di prostata. Provi dolori ovunque ed è normale, ma ti rendi anche conto che puoi superarli, combatterli e divertirti. Un ringraziamento particolare a Paolo Zerbini che è colui che ha voluto questo gruppo e lo sta tenendo insieme, lui , insieme a Marchisio e Cilio sono i nostri giocatori over 70, quelli che fanno la differenza soprattutto nello spirito e nell’entusiasmo”.

PER TE ANCHE IL RICONOSCIMENTO DI MIGLIOR GIOCATORE – “Ci tengo a dire che è una bufala perché mancando il nostro tecnico Gianni Lastrico, ho dovuto fare l’allenatore quindi ho giocato poco. Penso che sia stato
fatto il mio nome perché conosciuto, ma per onestà intellettuale e pallanuotistica non merito questo riconoscimento”.

LA DEDICA DELLA MEDAGLIA – “Al Bogliasco per la collaborazione, per lo spazio che abbiamo avuto per allenarci. Credo che sia di reciproca soddisfazione il fatto di poter contare anche una squadra master. Grazie anche al Sori per l’ospitalità. Come detto tutto è nato grazie a Paolo Zerbini che ha creato il gruppo e gli ha dato seguito: vedere gente come Marchisio, Galbusera, Garau atleti titolati che si mettono in gioco ed a disposizione è da apprezzare. Mi auguro che si aggreghino altri: il nostro sogno è giocare i master 80, tra qualche anno”.

COSA DICONO LE VOSTRE FAMIGLIE – “Un misto: sono contente perché vedono il nostro entusiasmo, un po’ critiche perché abbiamo di nuovo impegni legati alla pallanuoto ma è tutto così bello”.

L’ESTATE NON È ANCORA FINITA – “Andiamo ai Mondiali, categoria over 65, in programma a Kazan nella seconda metà di agosto. Cilio ed io giocheremo in una squadra slovacca con tre slovacchi, appunto, due americani, due canadesi, due australiani, e l’avventura continua”.

LA FORMAZIONE – Colombo, Marchisio, Piccoli, Tomati, Casaleggio, Tanganelli, Lanata, Gerbò, Cilio, Galbusera, Canella, Garau, Cucchia, Zerbini.