Lettera al direttore

Rapallo, Lega Nord: “Alcuni suggerimenti al sindaco contro mendicanti e migranti”

Rapallo. Notiamo da alcuni giorni numerose segnalazioni da parte di cittadini rapallesi su social network , della presenza di viandanti , barboni che usano la nostra città come un dormitorio e un wc a cielo aperto , bivaccano sul lungomare e nelle zone centrali della città creando problemi di decoro urbano e disturbano la quiete di cittadini e turisti , che per fortuna in questi giorni stanno affollando la nostra bella città. Crediamo che anche la nostra Amministrazione come tante altre in Liguria debba dare un segnale forte con ordinanze ad hoc e facendo rispettare il regolamento di polizia urbana della città che contiene già alcune restrizioni.

Sarebbe poi molto positivo che l’Amministrazione Comunale prendesse un provvedimento urgente con delle ordinanze simili ad esempio a quelle adottate dal Sindaco Bitonci (Sindaco di Padova) nella sua città. Dobbiamo cercare di arginare questo fenomeno che porta solo problemi sanitari , di ordine pubblico, di decoro cittadino e di immagine nei confronti dei cittadini e dei turisti che popolano la nostra città.

Dato che numerose città della Liguria stanno adottando ordinanze restrittive contro questo fenomeno, onde evitare di trasformare Rapallo in un grande bivacco a cielo aperto, diamo al Sindaco e alla Giunta alcune idee che possano essere applicate sia con un’ordinanza ad hoc oppure con una modifica utile al regolamento di polizia comunale.

Stop al racket della questua, no ai bivacchi e al campeggio in zone non autorizzate, no all’occupazione abusiva di immobili.
Ma non solo, divieto di dormire sulle panchine, vietato anche chiedere la carità ai carrelli dei supermercati.
È vietato sedersi o sdraiarsi per terra, ed anche sdraiarsi sulle panchine o utilizzarle in modo improprio.
È vietato soddisfare le esigenze fisiologiche fuori dai luoghi destinati allo scopo
Vietata la richiesta di elemosina nelle aree pubbliche o aperte al pubblico
È vietato contrattare o concordare prestazioni sessuali a pagamento in strada
In tutto il territorio comunale è vietata l’occupazione di suolo pubblico o la sosta ai fini di campeggio al di fuori dei camping
È vietato fare il bucato o anche pulire o riparare veicoli, mobili e utensili in luogo pubblico
Sulla carreggiata stradale e sulle aree pubbliche è vietato offrire servizi di ausilio al parcheggio, custodia abusiva e lavavetri.
E’ vietato il trasporto, senza giustificato motivo, di mercanzia in grandi sacchi di plastica, borsoni o con altri analoghi contenitori

Se si volesse poi fare un operazione veramente utile al benessere dei nostri concittadini e dei nostri turisti potremmo adottare il provvedimento a nostro parere giusto del sindaco di Alassio che citiamo ” “Tutela sanitaria. Art. 50 T.U.E.L. 267/2000″, relativa al divieto di ingresso sul territorio cittadino di Alassio a migranti sprovvisti di certificato sanitario che attesti l’assenza di malattie infettive e trasmissibili”. Speriamo che il Sindaco e l’Amministrazione da sempre attenti ai problemi della città , prendano subito i dovuti provvedimenti senza farsi intimorire da minoranze o da esponenti politici di area di sinistra sempre sensibili ad aiutare chiunque tranne gli italiani .

Il Direttivo Lega Nord Rapallo