Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primi passi nazionali per l’arbitro ligure Claudia Camurri foto

Promossa in interregionale insieme a Nicola Bartolomeo Costa, Senthuran Lingamoorthy e Gianluca Rizzello

Genova. Al termine di una stagione esaltante che l’ha vista imporsi nei quadri arbitrali della regione Liguria, Claudia Camurri, arbitro effettivo della sezione di Genova, ha ottenuto il giusto riconoscimento con il passaggio alla Commissione Arbitri Interregionale per la prossima stagione 2015/16, insieme ai colleghi Nicola Bartolomeo Costa (Chiavari), Senthuran Lingamoorthy (Genova) e Gianluca Rizzello (Savona).

Nella C.A.I., conosciuta anche come “scambi”, vengono designati gli arbitri di tutta Italia in alcune gare di Eccellenza e Promozione, Juniores nazionali e Serie A femminile.

A Claudia la passione per l’arbitraggio nasce prestissimo: alla giovane età di 15 anni, infatti, segue le orme della sorella maggiore Valentina (attualmente osservatore arbitrale e componente del modulo Bio-Medico nel Settore Tecnico Nazionale) iscrivendosi al Corso Arbitri. Il primo fischio avviene durante la stagione 2004/05 nei campionati giovanili genovesi, sotto l’attenta supervisione del suo primo “tifoso” e presidente di sezione Alessandro Masini, che culmina con la meritata designazione nella finale del famoso Torneo giovanile Ravano insieme alla sorella Valentina e all’ex arbitro internazionale Andrea De Marco. La prima gratificazione fuori dal campo la ottiene ricevendo il Premio Schiacchitano nella stagione 2006/07.

Nel 2008 avviene il passaggio all’Organo Tecnico Regionale e nel campionato successivo, esordisce nel campionato di Promozione in Culmvpolis-Athletic Club. Il debutto nella massima categoria di Eccellenza, invece, è datato 30 aprile 2011 nella gara Fezzanese-Veloce.

L’impegno e la costanza profusi nelle stagioni successive l’hanno portata ad arbitrare le migliori gare di Eccellenza e Promozione, nonché le due finali consecutive dei playoff di Prima Categoria (Legino-Leivi nel 2014 e Bargagli-Certosa, quest’anno).

Per gli arbitri donna italiane, la stagione 2014/15 è stata di grande importanza perché è stato festeggiato il 25° anniversario della loro entrata nei ruoli dell’associazione e, con la promozione di Claudia Camurri nel calcio a 11 e di Silvia Muzio (Chiavari) nel calcio a 5, il Comitato regionale Liguria firmato Mauro Bergonzi ha centrato l’importante obiettivo di lanciare due fischietti “rosa” nel panorama nazionale.

Claudia non è solo direttore di gara, ma anzitutto dottoressa in Fisioterapia, titolo che le ha permesso di mettere a disposizione dell’associazione la propria esperienza professionale supportando i raduni nazionali della C.A.I. e della C.A.N. PRO, nelle stagioni passate. Completano il profilo di questa giovane promessa un’elegante immagine arbitrale, uno spiccato senso di responsabilità e un comportamento equilibrato anche nei momenti di difficoltà: caratteristiche che le hanno permesso di emergere fuori, nella vita di tutti i giorni, ma soprattutto dentro i campi di calcio.