Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

No all’azzardo, Basso (Pd) e Quaranta (Sel) presentano proposta di legge contro la pubblicità del gioco

Liguria. È stata presentata questa mattina in conferenza stampa alla Camera la proposta di legge che introduce il divieto di pubblicità per i giochi con vincita in denaro. Erano presenti i deputati Lorenzo Basso (PD), Stefano Quaranta (SEL), Mario Sberna (Centro Democratico), tra i promotori dell’intergruppo parlamentare contro il gioco d’azzardo.

“La proposta di legge – spiegano Basso e Quaranta – è molto semplice e allo stesso tempo efficace perché in soli due articoli vieta in modo assoluto qualsiasi forma di comunicazione commerciale, di pubblicità, di sponsorizzazione diretta e indiretta o di promozione di marchi o prodotti di giochi con vincite in denaro, disciplinando anche le relative sanzioni e soprattutto non comporta coperture di natura finanziaria, per questo ci aspettiamo che venga sostenuta e approvata rapidamente, tenuto anche conto che è già stata sottoscritta da oltre duecento deputati di tutti gli schieramenti”.

“L’azzardo ha costi sociosanitari altissimi e, di fatto, è ormai considerato una malattia – proseguono in due deputati – lo hanno ribadito anche le associazioni presenti oggi in conferenza stampa, perciò ci siamo chiesti in cosa si distingue dai prodotti derivati dal tabacco per i quali già la legge n. 165 del 10 aprile 1962 disponeva il divieto di pubblicità. Da qui siamo partiti e, anche dopo il fallimento del tentativo di riordino globale della materia tentato dal sottosegretario Pierpaolo Baretta (Pd), con questa proposta di legge abbiamo dimostrato che si può vietare la pubblicità dell’azzardo, in modo totale, assoluto e compatibile con la Costituzione e le norme UE. È importante che, su una materia così sensibile, l’attenzione resti alta. Questo è quello che cittadini e associazioni chiedono da tempo – concludono Basso e Quaranta – e anche se si tratta di un piccolo passo, pensiamo vada nella direzione giusta.”