Tragedia

Morì a 17 anni in corso Italia: incidente forse causato da un guasto

Genova. Forse è stato un guasto a segnare la sorte di Jacopo Crovetto, il giovane di 17 anni morto dopo 13 giorni di agonia. Il ragazzo rimase coinvolto in un incidente stradale lo scorso 27 marzo in corso Italia, mentre era a bordo del suo scooter. Ed è proprio il motore di quel mezzo che sarà indagine di una perizia meccanica.

Crovetto, residente a Bogliasco, stava rientrando a casa da scuola, frequentava l’istituto nautico di Genova, quando è caduto dal suo scooter dopo un contatto con un
furgone che transitava nella corsia a fianco. Per la polizia municipale l’impatto sarebbe stato provocato da un’auto pirata che avrebbe toccato lo scooter facendolo andare contro il furgone.

Secondo quanto emerso dalle indagini, però, alcuni testimoni avrebbero visto il giovane perdere il controllo della moto e iniziare a sbandare fino a sbattere contro il furgone, senza riferire di altre auto.

Per la vicenda è indagato, per omicidio colposo, l’autista del camioncino: un atto dovuto, spiegano gli inquirenti, ma la sua posizione a questo punto potrebbe essere archiviata.

leggi anche
  • Lutto
    Incidente in Corso Italia: 17enne muore dopo due settimane di agonia
  • Genova
    Incidente in corso Italia, si aggravano le condizioni del giovane ricoverato: la municipale cerca testimoni
  • Incidente
    Motociclista cade in corso Italia, in codice rosso al Galliera
  • Dinamica da chiarire
    Incidente in corso Italia, il centauro coinvolto è minorenne