La polemica

La replica della Cgil dopo le dimissioni di Traverso: “Silp usato in modo strumentale e personale”

Genova. Se n’è andato con un lungo comunicato polemico Roberto Traverso che ha consegnato alcuni giorni fa alla stampa le sue “dimissioni irrevocabili” da segretario del Silp genovese, il sindacato di polizia degli iscritti alla Cgil. Le ragioni della decisione risiederebbero nella ”impossibilità di garantire i diritti dei poliziotti genovesi” a causa di contrasti con il Silp nazionale. Il giorno successivo Traverso ha comunicato il suo nuovo ruolo di segretario provinciale del sindacato Siap.

A stretto giro è arriva la risposta della Cgil ligure attraverso le parole del segretario della camera del lavoro di Genova Ivano Bosco, quello ligure Federico Vesigna e il segretario ligure del Silp Tommaso Delli Paoli.

Lo fanno attraverso un comunicato sindacale che è circolato in ambienti di polizia: “Le dimissioni – scrivono – dimostrano come la nostra organizzazione sia stata usata in questi anni in modo strumentale e personale. Chi crede in certi valori e rispetta il senso dell’organizzazione sa bene che i contrasti e le diversità di opinioni sono una ricchezza e non un motivo per lasciare tutto”.

“La nostra opinione – commentano i tre segretari – è che si siano volute trovare false motivazioni per nascondere ambizioni di incarichi personali non ottenuti”.

“A Traverso auguriamo di raggiungere i suoi sospirati traguardi nel sindacato al quale ha deciso di aderire. Noi continueremo a lavorare per creare sempre migliori condizioni di vita e di lavoro per tutti i poliziotti genovesi”.