Prove multiple

Ironman genovese, le vittorie di Biyong e Tiawoun

Genova. Giovedì, In una giornata in cui il caldo ha dato una tregua, si è disputata la 2° edizione di Ironman di Arsel, gara di prove multiple di atletica leggera. Alla manifestazione, tenutasi presso il campo sportivo Mura dello Zerbino di Genova, hanno partecipato quattro intraprendenti ragazze, di cui una italiana e tre camerunensi, e otto ragazzi, un italiano e sette provenienti dal Camerun.

Tra gli uomini si è aggiudicato la gara e il titolo di Ironman 015 Biyong SimonThierry, gigante d’ebano che vince con il bel punteggio di 2751 punti; per lui una vittoria nel getto del peso e buoni piazzamenti nelle altre prove. Buono il secondo posto per Behon Loic, che si era imposto nella 1° edizione. Al terzo posto, ben distaccato, è Edjidji, che fornisce il miglior risultato tecnico sui 60 mt. (866 p.).

Tra le ragazze vince la gazzella nera Ivana Tiawoun con p.1932 e si aggiudica 2 prove e il miglior risultato (654 p.) nel lungo, mentre al secondo posto si piazza la lombarda Gloria Carrara.

A chiusura di questa bella giornata di sport si è svolta una divertente staffetta 4x200m, vinta con una spettacolare rimonta dalla squadra di Loic con una frazione finale strepitosa su Simon Thierry, tutti finiscono stremati, ma soddisfatti, arrivederci all’anno prossimo.

Il bilancio complessivo della manifestazione ha visto un netto dominio dei ragazzi di colore del Camerun, secondo logica, ma gli italiani si sono difesi bene con Pietro Montanari e la Gloria Carrara.

La cerimonia di premiazione dell’Ironman 015 si è tenuta venerdì 10 luglio presso la Casa dello studente di via Asiago con inizio alle 19,30, insieme alle premiazioni del torneo di Calcio a 5 e del torneo di beach volley. Sono stati premiati tutti gli atleti con medaglie, mentre alcuni premi speciali, ad esempio alla squadra multietnica, ovvero la squadra che ha schierato in campo giocatori provenienti dal maggior numero di paesi diversi, sono stati assegnati per diverse motivazioni.

Ecco i risultati per ciascuna gara dell’Ironman.

60 M: Tra le ragazze vince la 1° prova, nettamente, la camerunense Tiawoun Ivana con un buon 9,21 , seconda la Gloria Carrara con 9,85.
Due batterie tra gli uomini: nella 1° batteria bel duello tra Biyong Thierry e Behon Loic rispettivamente 7,60 e 7,80, ma vince la prova Edjidji Jean nella 2° batteria con un ottimo 7,44 che gli frutta 866 punti, migliore risultato tecnico tra i maschi.

SALTO IN LUNGO: Tra le ragazze identico risultato della 1° prova, con la vittoria della camerunense Tiawoun Ivana con un ottimo 4,12, che le porta 654 punti, il miglior punteggio tecnico femminile, che stacca di 30 cm Gloria
Carrara che atterra a 3,82.
Vince il salto in lungo maschile Loic con un notevole mt. 5,36, ma gli altri 2 sono vicini Edjidji Jean a 5,15 e Simon a 5,10, 3 atleti in 26 cm.

GETTO DEL PESO: Tra il gentil sesso vince la Dongmo Nelly con un lancio pregevole a 9,32m; seconda Ivana a 8,60, le altre seguono a pochi centimetri.
Con il peso da 5 Kg i ragazzi sparano lontano e vince lo statuario Simon Thierry con una poderosa spallata a
11,94 m, Kenfack arriva 2° per 40 cm.

600 MT: Gloria fa una bella gara tutta di testa e resiste al ritorno finale di Ivana la gazzella nera, con un tempo di 2’19” contro 2’23”; le altre partono piano e arrivano nettamente staccate.
Tra i ragazzi gara spettacolare tra Biyong Thierry e Behon Loic, che si contendono anche la vittoria finale, prevale sul rettilineo quest’ultimo che si impone con 1’41”, mentre Thierry si difende con i denti e col suo 1,43 prende punti pesanti, che gli consentono di vincere la classifica generale.