Viceversa

Genova, 81enne “truffa” falsi dipendenti Enel

Genova. Ruoli invertiti, a mangiarsi le mani sono i cattivi. Il merito è tutto di una 81enne, attenta e giustamente sospettosa, che non è caduta nella trappola. Questa mattina in corso Sardegna due falsi dipendenti Enel sono riusciti a farsi aprire la porta di casa dall’anziana con la scusa di dover verificare un calo di energia.

Poi il tranello: hanno spiegato alla donna che la dispersione poteva far annerire i gioielli e le hanno consigliato di metterli in un sacchetto per preservarli.

La vittima non ha abboccato: li ha assecondati mettendo nell’involucro la bigiotteria. I truffatori, a quel punto, hanno finto di controllare la perdita
e poi sono fuggiti portandosi via il sacchetto. Alla nonnina, presumiamo comprensibilmente soddisfatta, non è rimasto che chiamare la polizia.

Più informazioni
leggi anche
  • Maxi truffa
    “Sua figlia è stata arrestata, deve pagare per liberarla”: bottino da oltre 30 mila euro per i truffatori
  • La truffa
    “Siamo amici di suo marito”, anziana truffata a Lavagna: maxi bottino in gioielli
  • Sicuri in rete
    Acquisti online, truffa in agguato? I consigli della Polizia Postale