Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa shipping week: capitanerie di porto ospiti a Genova

Genova. Sarà il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, che festeggia anche il proprio 150esimo anniversario, l’istituzione ospite della seconda edizione della Genoa Shipping Week, che si svolgerà nel capoluogo ligure a partire dal 14 settembre.

Una presenza forte quella delle Capitanerie, che avrà un proprio stand presso Palazzo San Giorgio, fulcro della manifestazione. “Capillarità sul territorio, professionalità, generosità, produttività, sicurezza, sono questi alcuni degli elementi che rendono il corpo unico, indispensabile, insostituibile per la vita produttiva del paese – ha sottolineato l’Ammiraglio Felicio Angrisano, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – E’ profonda la gratitudine per gli organizzatori della Genoa Shipping Week, consacrazione della conferma della centralità del corpo nel panorama dell’economia dei porti e del mare. Non ospite della seconda edizione, ma parte attiva e produttiva per rendere i porti italiani più affidabili per gli investitori”.

“Da anni – spiega Gian Enzo Duci, presidente Assagenti – abbiamo intrapreso una stretta e fattiva collaborazione tra pubblico e privato, che ci ha permesso di lavorare intensamente e portare a termine progetti importanti per migliorare la competitività dei nostri sistemi portuali. In un Paese come il nostro non è banale e l’entusiastica partecipazione del Corpo delle Capitanerie alla nostra settimana continua a confermare un clima di stima e sostegno reciproco”.

La presenza del Corpo delle Capitanerie sarà, inoltre, elemento centrale del dibattito che si aprirà nel corso della Shipping Week. “Siamo lieti e onorati di questa importante e qualificata partecipazione del Corpo delle Capitanerie alle due main conference della GWS – ha sottolineato Carlo Silva, presidente di ClickUtility Team – questa presenza rappresenta per noi un contributo di grande valore che andrà ad arricchire ulteriormente l’elevato livello tecnico e istituzionale dei relatori che animeranno le conferenze”.