Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

G8 di Genova, Coisp: “Piazza Alimonda, ripuliamo gratis la targa imbrattata”

Genova. “Il 20 Luglio non ci siamo fermati e non ci fermeremo di certo ora che stiamo raggiungendo ottimi risultati con la nostra raccolta firme al fine di rimuovere il monumento sito in Piazza Alimonda e dedicato alla memoria di Carlo Giuliani. Infatti nella Questura di Genova continua serrata la raccolta firme iniziata dal COISP in tutta Italia”.

Inizia così Matteo Bianchi Segretario Ligure del COSIP, sindacato indipendente di Polizia, sul proseguo dell’iniziativa in Questura per la rimozione del monumento a Carlo Giuliani.

“La nostra Segreteria Provinciale, sita appunto all’interno della Questura, tutti i giorni, dal lunedì al sabato compresi, dalle ore 08:30 alle ore 19:30 resterà aperta ad oltranza (perfino ad Agosto), per bissare l’enorme successo che abbiamo avuto in questi giorni con la nostra iniziativa. I cittadini genovesi e non solo, di ogni estrazione sociale, tutt’ora ci invitano a continuare su questa strada e moltissimi colleghi hanno inoltre sposato la nostra iniziativa, criticando anche il comportamento di certi sindacalisti di Polizia; sindacalisti che hanno preferito voltare le spalle alla difesa della categoria sposando invece gli ideali di una Piazza e di un Comitato come quello di Piazza Carlo Giuliani onlus, che poco hanno a che fare con i diritti dei poliziotti, ma anzi…”.

Ancora Bianchi: “Nella manifestazione dello scorso 20 Luglio poi, per l’ennesima volta, è stata danneggiata la targa che indica Piazza Alimonda con la solita scritta (tra le altre cose sbagliando a scrivere anche il cognome) Carlo Giuliani ragazzo; oggi il COISP ha scritto una lettera al Sindaco di Genova Doria nella quale offriamo la nostra opera gratuita per pulire la targa e farla tornare come prima dell’imbrattamento, auspicando che il Sindaco, visto che ad oggi il Comune non ha ancora provveduto, possa autorizzare la nostra forma di volontariato”.

Conclude Bianchi: “La raccolta firme continuerà finché il monumento da Piazza Alimonda non verrà rimosso perché noi del COISP, come a quanto sembra anche moltissimi cittadini genovesi e non, non capiamo proprio quali meritorie azioni abbia compiuto Carlo Giuliani il 20 Luglio del 2001 o quale esempio possa essere il suo ricordo per le generazioni future tanto da meritare un monumento che onori la sua memoria”.