Europa League, la Sampdoria di Zenga e la possibile sfida al Vojvodina di Boskov

Genova. Corsi e ricorsi del calcio. La Sampdoria giovedì prossimo conoscerà con certezza il suo probabile avversario nel terzo turno di Europa League. Molto probabilmente si tratterà dei serbi del Vojvodina, un nome noto a tutti i blucerchiati.

Vujadin Boskov, il tecnico dello scudetto, ha vestito per dieci anni la maglia biancorossa da giocatore e ne è stato il tecnico per altri sette. Ma non solo: l’ex tecnico della Samp Sinisa Mihajlovic ha esordito proprio con quella maglia e lì ha giocato per tre stagioni.

Un pezzo importante di storia, insomma. “Strana la vita- ha commentato Walter Zenga, attuale tecnico della Samp – andai già a Belgrado dieci anni fa con la Steaua di Bucarest e oggi la Sampdoria torna in Europa con la possibilità di incontrare la ex squadra di Mihajlovic e Vujadin Boskov, per di più in Serbia, dove ho vinto campionato e coppa con la Stella Rossa. Questo è per chi non crede nel destino”.

“Se, dopo il 3-0 dell’andata, passerà il Vojvodina sarà un avversario tosto, impegnativo – ha aggiunto -. Noi non dobbiamo però pensare a loro, quanto a noi, al nostro lavoro e a quello che stiamo facendo per farci trovare pronti”.

leggi anche
  • Prima sfida
    Europa League: per la Sampdoria avversaria lettone o serba