Rivoluzione

Culmv, la prima volta di una donna ai vertici dei “camalli” genovesi

Genova. Si chiama Francesca Ceotto, ha 38 anni ed è nella Compagnia Unica Lavoratori del porto di Genova da 15: è lei la prima donna ad entrare nel Consiglio di Amministrazione dei “camalli”.

Un avvenimento storico in casa degli addetti al carico e allo scarico delle merci dalle navi. Francesca ha vinto nel ballottaggio per uno dei quattro posti in consiglio: dei 969 soci che hanno diritto di voto hanno partecipato in 588, lei ne ha ottenuti 326.

“Non si tratta di quote rosa ma di competenze professionali – ha spiegato il console Antonio Benvenuti -, per noi era importante avere in consiglio una persona con competenze amministrative. Ora dovremo affrontare questioni complicate ma con un gruppo dirigente coeso pensiamo di poterli affrontare al meglio”.

“E’ una bella sfida – ha commentato la neoeletta – ma da tempo seguo le questioni amministrative della Culmv”.