Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Code e caldo nel primo giorno di saldi: i clienti affollano i negozi e qualcuno chiede: “Scontate di più” foto

Più informazioni su

Genova. Afa e code alle casse e una via XX Settembre affollata. Si presenta così in centro a Genova il primo giorno disaldi. Ragazze in giro con fidanzati o amiche o accompagnate dai genitori che ci mettono il portafoglio fra chi vuole semplicemente fare buoni affari e chi approfitta degli sconti per acquistare il capo utile.

cronaca

“Io ho le mani bucate e ho già speso 50 euro – racconta una ragazza con alcuni sacchetti di grandi catene in mano – ma sui prezzi devo dire che potevano sforzarsi un po’ di più perché magari trovi un capo a 19 euro che fino a ieri ne costava 22”. “In effetti questo è il primo giorno e per gli sconti maggiori bisognerà aspettare un po’ aggiunge una signora in giro a fare shopping con la figlia adolescente molto soddisfatta degli acquisti appena fatti”.

C’è chi dopo un paio d’ore di vasche e acquisti tra le vetrine si concede uno spuntino: “Ora ripartiamo e proseguiamo il giro” racconta una ragazza mentre addenta un pezzo di focaccia. “Se le non continuasse a dirmi che non le piace ogni cosa che voglio acquistare avrei comprato di più” scherza il fidanzato.

“Un’altra giovane coppia invece decide di lasciar perdere: “Non ho trovato niente per me – spiega la ragazza – ma almeno lui ha preso una camicia. C’è molto caldo e molta coda dappertutto, tra poco ci fermiamo che dobbiamo andare a lavorare”.

Tra la folla che sciama in via XX Settembre anche un’anziana signora che sta facendo acquisiti insieme alla figlia e a proposito della polemica sul mancato parcheggio gratuito nel week end dei saldi dice la sua: “Non sono affatto d’accordo. Secondo me dovremmo tutti utilizzare di più i bus, così aiutiamo l’Amt e non creaiamo traffico”