La proposta

Centinaia di turisti al giorno, proposto il numero chiuso per San Fruttuoso di Camogli

"Il nostro parco e l'area marina non sono naturalmente strutturati per sopportare invasioni massicce"

Camogli. E’ un posto unico al mondo, che va preservato. Per questo motivo Giorgio Fanciulli, direttore dell’Area Marina Protetta di Portofino, ha proposto il numero chiuso per i turisti a San Fruttuoso di Camogli, raggiungibile solo via mare o a piedi, meta ogni giorno di centinaia di visitatori.

La spiaggia e l’abazia, gestita dal Fai, secondo Fanciulli “non riescono a sopportare un così alto flusso di visitatori e una delle soluzioni potrebbe essere quella di limitare le visite”.

“Il nostro territorio – ha spiegato Fanciulli al un Forum Internazionale sul Turismo a Santa Margherita – non è
adatto al turismo di massa. Così come le Cinque Terre sono in sofferenza quando vengono invase dai croceristi che in due ore pretendono di visitarle tutte, anche il nostro parco e l’area marina non sono naturalmente strutturate per sopportare invasioni massicce. L’esempio è San Fruttuoso di Camogli, meta ogni giorni di migliaia di turisti: occorre preservarla limitandone gli arrivi”.

Ma dalle parole del direttore dell’Area Marina, quindi, non è escluso che questa proposta possa essere estesa anche ad altre località della zona.