Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionati mondiali: Setterosa, debutto facile con il Giappone

Bogliasco. L’Italia batte il Giappone 15 a 3 all’esordio nel girone C ai campionati mondiali di Kazan. Tre reti di Garibotti e altrettante di Tabani, all’esordio iridato.

Gli Stati Uniti campioni olimpici, prossimi avversari delle azzurre martedì alle 12,10, hanno sconfitto il Brasile 13-2. “Dedichiamo questa vittoria alla Moriconi, portiere del Setterosa recentemente scomparsa – dichiara a caldo il ct Fabio Conti -. Inoltre il nostro pensiero è sempre alla Cotti che purtroppo non è potuta stare qui per infortunio. Penso che il Giappone sia la migliore squadra della seconda fascia. Hanno nuotato per quattro tempi e hanno messo le mani addosso per tutta la partita. Detto ciò le ragazze sono state brave a scrollarsele subito da dosso e metter in acqua il nostro gioco. Mi è piaciuto lo spirito e l’intensità della squadra. Come ho detto in precedenza non voglio fare calcoli e vivere partita dopo partita; ora ci sono gli Stati Uniti contro cui ci giocheremo il primato del girone”.

Felice per la doppietta all’esordio Laura Barzon: “E’ stato molto emozionante, ma le ragazze mi hanno aiutata e sostenuta dicendomi che dovevo divertirmi – racconta la campionessa d’Italia patavina. Ho avuto un bell’anno e questo mondiale corona il mio sogno sportivo. Ora gli Stati Uniti che saranno già un test per dimostrare il nostro valore. Noi metteremo in acqua tutta la nostra grinta e il nostro gioco sperando di vincere”.

La partita. Inizia bene il Setterosa che rompe gli indugi subito nelle prime due azioni e va in rete in superiorità numerica prima con Garibotti dalla destra e poi con Emmolo dal suo lato. Il Giappone si fa pericoloso in controfuga e poi dal centro ma le italiane sono brave a sventare le occasioni. Bianconi si fa parare il rigore da Miura ma poi trova dal centro il 3-0 per le azzurre. Aiello entra al centro e va subito in gol ben servita da Barzon che poi è brava a concludere in rete la terza superiorità numerica e il quinto gol delle azzurre che chiude il parziale e bagna il debutto iridato della campionessa italiana.

Il secondo tempo si apre con la prima doppietta di questo mondiale: Garibotti mantiene al 100% la media in superiorità e fa 6-0. Poi un piccolo passaggio a vuoto e Kazama finalizza una controfuga concessa e iscrive il Giappone al tabellino. Ma stasera in extraplayers l’Italia non sbaglia un colpo e Tabani riporta sul +6 le nostre. Poi è ancora Barzon firma il massimo vantaggio nell’ultimo minuto servita da Aiello che ricambia l’assist.

Il terzo tempo è quello con più errori offensivi, ma Di Mario, la giocatrice più anziana del torneo, va in gol scaricando dai cinque metri. Poi passaggio a vuoto della difesa e il Giappone punisce le italiane con Mori (bella colomba) e Sanoue (dal centro) per 9-3. Queirolo chiude il parziale in pareggio e riporta le italiane sul +7 da sotto porta.

Nel quarto tempo l’Italia dilaga a segno Garibotti, Bianconi, Queirolo su rigore e doppietta di Tabani per il 15-3 conclusivo.

Il tabellino:
Giappone-Italia 3-15
(Parziali: 0-6, 1-3, 2-2, 0-4)
Giappone: Miura, Sakanoue 1, Kazama 1, Magariyama, Nakano, Nakano, Hashiguchi, Takahashi, Hosoya, Mori 1, Tokumoto, Suzuki, Umeda. All. Katoh.
Italia: Gorlero, Tabani 3, Garibotti 3, Queirolo 2, Radicchi, Aiello 1, Di Mario 1, Bianconi 2, Emmolo 1, Pomeri, Barzon 2, Frassinetti, Teani. All. Conti.
Arbitri: Buch (Spa) e Koganov (Aze).
Note. Superiorità numeriche: Italia 5 su 6 più 1 rigore fallito, Giappone 0 su 4.