Grido d'allarme

“Caldicidio” sui treni, oltre 45 gradi su alcune carrozze: le richieste dei pendolari liguri

Risarcimenti a viaggiatori e abbonati, presidi di emergenza e non solo

Liguria. Risarcimenti a viaggiatori e abbonati, presidi di emergenza e sanitari nelle grandi stazioni, ritiro immediato delle carrozze senza aria condizionata o con climatizzatori rotti, rinnovo del contratto Intercity vincolato al rinnovamento completo della “flotta”.

Queste sono le richieste di Assoutenti e dei Comitati Pendolari Federati, rappresentativi di oltre 45 mila iscritti, che denunciano la gravissima emergenza sanitaria in atto da lunedì 6 luglio sui treni. I pendolari si rivolgono direttamente all’amministratore delegato di Trenitalia e al ministro delle Infrastrutture e Trasporti Delrio.

“Il ‘caldicidio’ che sta sconvolgendo il Paese è stato sottovalutato da Trenitalia che non ha approntato alcun piano emergenziale per i treni Intercity, fatti con materiale vecchio anche di oltre 40 anni dotato di impianti di condizionamento inefficienti o addirittura guasti – denunciano i comitati – Questa situazione ha provocato e provoca un gravissimo disagio a migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano treni con temperatura in carrozza anche superiore ai 45 gradi”.

I pendolari precisano inoltre che Trenitalia ha dato il via tardivamente a un piano emergenziale “aria condizionata” da parte delle singole DPR. “Piano messo a dura prova dalla presenza di gran parte di materiale vetusto e non dotato di impianti di climatizzazione”, dichiarano.

Assoutenti e i Comitati Pendolari chiedono a Trenitalia, oltre ai risarcimenti, ai presidi e al ritiro immediato di tutte le carrozze senza aria condizionata, anche la reinstallazione di tende in tutte le carrozze dei treni Intercity e l’applicazione di pellicole basso emissive ai vetri.

Al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Delrio, invece, chiedono: “Tempi certi per il contratto di servizio del trasporto universale (IC) e il vincolo del contratto di servizio al rinnovo totale della flotta IC entro il secondo anno di applicazione, attraverso l’acquisto di elettrotreni”.

Assoutenti e i Comitati Pendolari inizieranno a raccogliere le domande di bonus da parte degli abbonati a partire da lunedì 13 luglio attraverso un form che sarà disponibile sui siti: www.assoutenti.it; www.assoutenti.liguria.it; www.genovamilano.it.

leggi anche
  • Disagi in vista
    Lavori tra Piemonte e Liguria: treni cancellati e modifiche alla circolazione
  • Viaggi infernali
    Malori e cali di pressione, niente aria condizionata e finestrini sbarrati sui treni liguri: pendolari disperati