Rapinatore in manette

Bottiglia e lima da unghie come armi, rapinatore di supermercati arrestato a Genova

Genova. Ha nascosto una confezione di merendine all’interno dei pantaloni e ha cercato di uscire dal supermercato “Carrefour” di via S.Agnese senza pagare. Ma il ladro, un marocchino di 37 anni con numerosi precedenti di polizia, è stato fermato dal vigilante del negozio, che aveva osservato tutto dalle telecamere.

Vistosi scoperto, il malvivente ha cercato di divincolarsi spintonando l’uomo della security ed arrivando a brandire come un coltello la limetta di un grosso tagliaunghie per garantirsi la via di fuga.

Un’ora dopo però, la volante del Commissariato Prè alla ricerca del rapinatore, lo ha fermato in vico della Croce Bianca, con gli abiti usati per la rapina nascosti dentro lo zaino ed ancora in possesso della grossa limetta.

Condotto in Questura, grazie all’intuito dei poliziotti, è stato ricollegato anche ad un’altra rapina commessa lo scorso 24 giugno a danno del supermarket “Carrefour” di via Caffaro. In quel frangente l’uomo aveva aggredito e minacciato con una bottiglia il titolare dell’esercizio commerciale e suo fratello, giungendo a scagliare contro di loro un tombino durante la fuga.

Il rapinatore è stato quindi arrestato per entrambe le rapine e tradotto alla Casa Circondariale di Marassi.