Questa notte

Borgo incrociati, tenta di uccidere a coltellate il coinquilino: arrestato operaio 39 enne

L'aggressione scaturita da motivi economici. La vittima è fuggita dall'appartamento e ha chiamato i soccorsi

Genova. Tentato omicidio questa notte in piazza Raggi a Borgo Incrociati. Un genovese di 64 anni è stato accoltellato al volto da un suo coinquilino, un polacco di 39 anni per questioni economiche legate a un lavoro di ristrutturazione che i due avevano fatto nei giorni scorsi.

La vittima ha chiamato i soccorsi dopo essere scappato dall’appartamento. Gli uomini del 118 lo hanno trovato nei pressi dei giardini della stazione Brignole e sono stati raggiunti dalle volanti della polizia.
Il 64 enne ha raccontato di essere stato aggredito in casa dal suo coinquilino che è stato trovato nell’appartamento con le scarpe sporche di sangue.

Tracce ematiche sono state trovate anche nel salotto e sul pianerottolo. Recuperata anche l’arma utilizzata per l’aggressione: un coltello da cucina, con una lama di 21 centimetri.

Il 39 enne ha confessato l’aggressione dicendo che il suo coinquilino lo aveva raggirato, prendendosi i soldi del lavoro che avevano fatto insieme. Da un controllo è anche emerso che il tribunale di Terni aveva emesso un ordine di carcerazione nei confronti dell’aggressore perché doveva scontare una condanna a cinque anni per un cumulo pene. L’operaio polacco e’ stato arrestato per tentato omicidio.