Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bilancio, Rapallo dice no: “Città metropolitana chiaro esempio di mala politica”

Genova. Tutti d’accordo o quasi, tranne Rapallo. Il primo cittadino Carlo Bagnasco spiega il perché del suo solitario voto contrario al bilancio con una nota durissima: “una presa di posizione forte da parte mia – spiega – con cui ho voluto sottolineare l’inefficienza di un ente che non è in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini”.

“Altri colleghi, pur avendo mosso pesanti critiche sull’operato dell’ente nei loro interventi, hanno comunque votato positivamente lo schema di bilancio per senso di responsabilità. Io, sinceramente e nel rispetto dei cittadini che rappresento, non me la sono sentita”.

“Un ente che, ad oggi, non è ancora riuscito neppure a provvedere allo sfalcio delle strade su cui ha competenza e alla sistemazione dei tratti che risultano più critici per via della presenza di buche e avvallamenti sul fondo stradale, per quanto mi riguarda, non ha senso di esistere. È un chiaro esempio – attacca – di mala politica ed è uno specchio della situazione italiana dal punto di vista delle mancate risposte alle esigenze dei cittadini anche su questioni che dovrebbero essere di ordinaria amministrazione”.