Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasta, via al progetto del nuovo ponte: giovedì serata per lanciare la raccolta fondi

Il comitato: "La nostra etica ci ha impedito di accettare la proposta del Cociv di ricostruire il ponte"

Più informazioni su

Genova. Entra nella fase operativa il progetto nato dall’iniziativa del comitato QuellicheaTrasta Cistannobene che dal giorno del crollo del ponte nel giorno dell’alluvione del 15 novembre sono al lavoro per ripristinare il collegamento che attraverso una piccola creuza porta da Trasta alla vicina Murta.

E se un restauro dell’antico ponte del 1600 non sarà possibile a causa dei costi troppo alti, il nuovo ponte sarà realizzato in ferro con un cippo che, grazie alle vecchie pietre scampate alla furia delle acque, ricordi quello che è un pezzo di storia della piccola frazione della Valpolcevera.

Il progetto è stato donato agli abitanti di Trasta da Davide Spinella, ingegnere residente a Murta. I cittadini ci metteranno buona parte della manodopera ma il materiale costa. Secondo una prima valutazione servono tra i 30 e i 50 mila euro. Per questo giovedì 18 giugno il comitato QuellicheaTrasta Cistannobene ha organizzato una serata per raccontare il progetto e cominciare a lanciare la raccolta fondi.

Oltre ai cittadini della Valpolcevera sono state invitati enti e aziende che potrebbero voler dare un contributo: anzitutto la Iplom, direttamente coinvolta in quanto proprietaria dell’oleodotto che passa da lì, poi la Erg e altre grandi aziende.

Non invitato invece il Cociv. Il consorzio che sta realizzando il terzo valico ferroviario aveva addirittura proposto ai cittadini di realizzare a sue spese il ponte, ma gli è stato detto cortesemente “No Grazie”. “I lavori per il terzo valico stanno creando troppi disagi ai cittadini di Trasta e la nostra etica ci impedisce di accettare qualcosa da chi a nostro avviso tra danneggiando il nostro territorio” spiega Lucia Conti.

La serata di giovedì prevede un contributo dell’architetto Matteo Marino, esperto in ponti ed architettura antica. Nel corso dell’incontro verrà anche proiettato un video, girato dal comitato, dove gli abitanti di Trasta raccontano perché quel ponte è così importante.

Per aiutare gli abitanti a ricostruire il ponte sul rio Ciliegio il comitato ha aperto un conto corrente:

Conto corrente n°000000198750
Intestato a Comitato Culturale Quellicheatrastacistannobene (c.f. 95166640102)
Codice IBAN IT36F0501801400000000198750
Banca Popolare Etica