Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rari Nantes Bogliasco all’HaBaWaBa: il racconto del secondo giorno

Bogliasco. Seconda giornata per la Rari Nantes Bogliasco al festival HaBaWaBa. Viviamola nel racconto della società.

Cominciamo con il dire che la giornata è stata lunghissima, faticosa ma anche tanto divertente. Prima però dobbiamo raccontare una cosa che è successa e lo facciamo ora perché è tutto finito, e bene. La squadra Under 11 ha dovuto fare a meno di uno dei suoi giocatori, Davide Piovani, perché quando siamo arrivati, domenica scorsa, si è sentito male. Aveva la febbre alta, mal di gola e male alle orecchie. Manuela, una delle nostre tifose, medico, lo ha subito curato con le medicine giuste, la mamma Ariana, è stata con lui, lo ha coccolato: adesso lo possiamo raccontare perché è guarito infatti oggi ha potuto giocare.

Ed ora parliamo di pallanuoto.

Noi grandi abbiamo giocato tre partite nella piscina semiolimpionica, ma soprattutto ci siamo svegliati alle sei e mezza. Il primo incontro era in programma alle ore otto, che sonno, ma anche che bello. Abbiamo vinto contro il Brescia Banane allenato da un caro amico nonché pallanuotista della Pro Recco anni 80, Dario Bertazzoli, poi siamo andati a fare colazione, che fame, abbiamo potuto mangiare anche la crema alla nocciola sul pane.

Noi piccoli abbiamo giocato contro il Posillipo ed abbiamo pareggiato, una bellissima partita, e poi avevamo tutto il tifo dei nostri compagni e dei nostri genitori.

Noi grandi siamo tornati in piscina perché il nostro programma prevedeva un altro match contro la squadra Invicti di Salerno. Che partita! Bella e combattuta: gol su gol, abbiamo incontrato dei veri pallanuotisti e ci siamo proprio divertiti.

Poi ci siamo riuniti e tutti insieme siamo passati dall’albergo che oramai è diventata casa nostra per lasciare gli zaini, stendere costumi e accappatoi e ripartire per andare finalmente a pranzo.

Risotto al pomodoro, pollo alla piastra, spinaci ed albicocche obbligatoriamente perché i nostri allenatori hanno detto che dobbiamo mangiare frutta e verdura, sempre.

Siamo tornati a “casa” per riposare, poi siamo usciti di nuovo sotto la pioggia per andare a giocare.

Noi grandi al coperto contro il 28° Aquatic di Singapore, noi piccoli all’aperto, sotto un diluvio di pioggia e vento contro gli ungheresi del Ksi Hungary Blue Dolphins: vittorie belle e tonde per entrambe le nostre squadre.

Peccato che sia brutto tempo perché in piazza avevano montato il palco per la baby dance: abbiamo ballato un po’ ieri sera, poi è cominciata la pioggia così niente da fare e nemmeno stasera che già ci siamo bagnati tanto solo per andare a cena.

Domani doppio impegno per noi piccoli, prima contro il Salerno poi contro i Nani United. Noi grandi invece ce la vediamo contro Ftc Waterpolo, squadra ungherese, per chiudere la prima fase.

La frase del giorno. Uno di noi si è rivolto alla Giovanna e l’ha chiamata nonna… ed il bello è che lei non si è nemmeno arrabbiata, si vede che ci vuole proprio tanto bene.