Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto femminile: Italia quasi fuori, bene le liguri

Dopo il pareggio odierno con le russe, le speranze di restare fra le prime quattro del torneo sono ridotte al lumicino. Ottima prestazione, però delle due bogliaschine.

Servirà un’impresa domani contro la Slovacchia alle azzurrine del Setterosa che partecipa ai primi Giochi Europei di Baku, per scavalcare le spagnole. Finora, però ottime le prestazione delle giovanissime giocatrici liguri convocate in nazionale.

Sebbene siano solo due le convocate nella squadra femminile, Agnese Cocchiere e Giulia Millo del Bogliasco hanno mostrato di meritare la convocazione di coach Paolo Zizza che le aveva già tenute d’occhio durante la stagione.

Non hanno deluso le due bogliaschine giocando una partita da protagoniste nell’impressionante esordio-passeggiata contro la Francia di venerdì scorso (battuta 22-5). Proprio la Cocchiere si è distinta come miglior marcatrice con cinque reti mentre la compagna Millo si è dovuta “accontentare” di due gol.

Di ben altro spessore la seconda avversaria del giovane Setterosa, ovvero la Spagna che ha sfruttato una partenza narcolettica delle azzurre che subiscono ben 5 gol in poco meno di tre minuti. Proprio la Millo con due gol ha provato a rilanciare le speranze di recuperare la partita, ma ormai il distacco era troppo ampio e così è arrivata la prima e unica sconfitta, sebbene di poco (10-8).

Il riscatto è arrivato domenica contro la Serbia incapace di sostenere un’Italia arrembante e ben disposta in acqua. Ancora sugli scudi le liguri che demoliscono la difesa serba alternandosi alle marcature. Alla fine il risultato è netto (17-4 per l’Italia) con una prestazione ancora maiuscola della Millo quattro reti, capocannoniere del match, e il ritorno della Cocchiere che ne fa due.

Non vanno invece oltre al pari  (11-11) nell’ultimo match contro la Russia, giocato oggi che ha mostrato, una volta di più le capacità sottoporta della Millo autrice del gol del primo pareggio, a 5:14 sul cronometro e del gol che ha riportato le russe a tiro sul provvisorio 6-7. Recrimina il Setterosa che dopo aver giocato il match con un ritmo più basso del solito riescono a rimontare nell’ultimo quarto fino all’11-10, ma la Zaplatina pareggia.

Ora le giovani azzurre sono attese da una vittoria contro la Slovacchia, domattina in un match che potrebbe rivelarsi inutile per arrivare nelle prime 4 del torneo, ma che significherebbe mantenere il terzo posto nel girone.

Rimane difficile comunque agganciare almeno il secondo posto che garantirebbe di essere fra li prime quattro d’Europa, visto che la Francia (con una differenza reti di -41) dovrebbe battere le spagnole