Battesimo

Liguria, il M5S alla prova della Regione: “Pronti a conoscere questa macchina infernale”

Prima riunione informale per i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle,in attesa di insediarsi nel nuovo parlamentino ligure

Genova. Prima riunione informale per i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle che, in attesa di insediarsi nel nuovo parlamentino ligure, hanno fatto il punto ad una settimana dalle elezioni. “Ci stiamo organizzando – ha spiegato Alice Salvatore, riservando una stoccata agli altri partiti – per entrare in consiglio, per conoscere questa macchina infernale che è la burocrazia della regione. Intanto rimaniamo in attesa di scoprire l’esito dei fantomatici ricorsi presentati da più parti sulla ripartizione dei seggi”.

Presente anche il genovese Marco De Ferrari. “Noi – ha spiegato – faremo un ostruzionismo costruttivo, appoggeremo le buone idee, da qualunque parte arrivino. Vogliamo innanzitutto un bilancio trasparente, quella è la priorità”.

Trasparenza e legalità al centro dell’azione. “Ho curato io questi aspetti all’interno del programma – ha concluso Fabio Tosi di Rapallo – li garantiremo perché siamo in una regione che ne ha assoluto bisogno”.

Quanto all’organizzazione del gruppo, i sei grillini ne assumeranno la guida a rotazione e si ridurranno gli stipendi a 2.500 euro netti. La parte aggiuntiva andrà ad alimentare un fondo regionale per il microcredito in Liguria.

leggi anche
  • L'intervista
    Regionali 2015, Salvatore: “Ora pressioni per contrastare dissesto idrogeologico”
  • #regionali 2015
    Regionali 2015, Salvatore: “Per il M5S è un momento storico”