Il grande jazz a Isola del Cantone: torna il Bobby Durham’s Festival - Genova 24
L'evento

Il grande jazz a Isola del Cantone: torna il Bobby Durham’s Festival

isola jazz

Isola del Cantone. I giganti del jazz tornano a darsi appuntamento a Isola del Cantone per l’undicesima edizione del Bobby Durham’s Jazz Festival: da martedì 30 giugno a sabato 4 luglio, cinque serate nel fresco dell’entroterra genovese e di eccezionale qualità artistica, a dispetto del fatto di essere totalmente gratuite: per la gioia non solo degli appassionati, quindi, ma anche di chi quotidianamente non mastica pane e jazz e avrà quindi una straordinaria occasione per avvicinarsi al mondo della musica sincopata.

Ci saranno la voce di Kevin Mahogany ed il vibrafono di Steve Nelson; la chitarra di Paul Bollenback ed il sax di Vincent Herring. Ci sarà Mike Baker, fantastico batterista che nel corso della sua carriera ha incrociato tutti i più grandi del jazz e che, per anni, è stato direttore musicale di Whitney Houston e produttore di Giorgia. Torneranno Byron Landham e Rodney Bradley, ormai presenze fisse della rassegna al pari del pianista Pat Bianchi e del contrabbasso Aldo Zunino.

E ci sarà anche la straordinaria Sheila Jordan, splendida signora del jazz che ha accettato l’invito del direttore artistico Massimo Faraò in nome dell’affetto e della stima che la legano a Bobby Durham, il leggendario batterista di Philadelphia che negli anni Novanta scoprì Isola del Cantone e se ne innamorò al punto di farne il suo buen retiro. L’uomo da cui tutto è cominciato nel 2005 e che dal 2009, anno successivo alla sua scomparsa, è omaggiato nel nome stesso del Festival e del workshop che lo accompagna.

Ecco il programma. Martedì 30 giugno, “Isola Jazz Fame”, una serata a suo modo speciale perché vedrà la presentazione di due album opera di altrettante cantanti uscite dai seminari We Love Jazz: “Street of Dreams” di Anna Kolchina e “Night Talk” di Giulia Lorvich, accompagnate da Massimo Faraò (piano), Alzo Zunino (bass), Byron Landham e Marco Tolotti (drums). A seguire i Piemonte Jazz Messengers con Diego Borotti e Fulvio Albano al tenor sax e Mike Baker (drums). Special guest: Pat Bianchi (KeyB Duo organ).

Mercoledì 1 luglio, Steve Nelson (vibes) featuring Massimo Faraò (piano); a seguire Aldo Zunino (bass) feat. Byron Landham (drums). Giovedì 2 luglio, Vincent Herring (sax) feat. Paul Bollenback (guitar); a seguire Pat Bianchi (piano) feat. Mike Baker (drums). Venerdì 3 luglio, Kevin Mahogany (vocal) e Sheila Jordan (vocal) accompagnati da Massimo Faraò (piano), Alzo Zunino (bass) e Marco Tolotti (drums). Sabato 4 luglio, “Isola Jazz per il sociale: Rodney Bradley Gospel Night”, una serata di beneficienza a favore dell’associazione onlus “Porto dei piccoli”.

Inoltre Sabato 4 luglio alle 17, presso la chiesa parrocchiale di Isola del Cantone, sarà celebrata la santa messa in ricordo di Bobby Durham, con la partecipazione del coro gospel diretto da Rodney Bradley.

I concerti si svolgeranno anche in caso di maltempo, grazie alla tensostruttura che riparerà musicisti e spettatori dall’eventuale pioggia. Il bar ristoro allestito dall’associazione Isola Jazz sarà aperto tutti i giorni dalle ore 19 presso Largo Vecchio Scalo, adiacente al palco dei concerti. E fin dalle ore 17 apriranno gli stands di artigianato, prodotti tipici, oggettistica, piante, artisti locali, libri, dischi da collezione e gastronomia.