Ubriaco al volante

Causa incidente e scappa, poi tenta di investire i carabinieri e tampona la municipale

Una folle corsa da Sampierdarena verso il centro

Sampierdarena. Folle corsa a tutta velocità per le vie di Genova, con conseguente denuncia del pirata della strada. I fatti risalgono alle mezzanotte circa del 24 giugno scorso, quando una pattuglia della polizia municipale ha visto una Dodge Caliber color rame sfrecciare a tutta velocità in via Cantore, inseguita da un’auto civetta del Reparto Operativo dell’Arma dei Carabinieri.

Immediatamente la pattuglia è partita all’inseguimento del veicolo, che si stava dirigendo a oltre 100 Km/h verso il centro città. Le due macchine delle forze dell’ordine sono riuscite a bloccare il mezzo all’altezza del “Novotel”, dove il pirata della strada è stato costretto a fermarsi per via di alcuni veicoli fermi al semaforo rosso che gli ostruivano completamente il passaggio.

I carabinieri sono scesi circondando il fuggitivo, che ha cercato nuovamente di allontanarsi rischiando di investire i militari a piedi. La pattuglia della Polizia Municipale, intanto, ha sorpassato la macchina “incriminata” bloccandogli ogni via di fuga, ma l’autista ha tamponato violentemente l’auto cercando di aprirsi un varco. Fortunatamente la macchina si è spenta, lasciando agli agenti il tempo di scendere.

Ma l’avventura non è finita qui. Il fuggitivo si è infatti barricato dentro l’abitacolo, cercando di mettere di nuovo l’auto in moto per tentare la fuga. Gli agenti della municipale sono stati quindi costretti a sfondare il finestrino del conducente per tentare di farlo uscire. A quel punto l’uomo ha incominciato ad opporre una violenta resistenza, tanto che sono servite 4 persone per bloccarlo e tirarlo fuori.

Il liberiano di 39 anni, regolarmente residente a Genova, ha da subito mostrato evidenti sintomi di ubriachezza e anche all’interno dell’abitacolo era chiaramente percepibile l’odore dell’alcool. La macchina, priva di assicurazione e senza revisione, aveva evidenti danni sulla parte anteriore sinistra, tra cui lo sfondamento del cofano, la rottura dei fari, una grave introflessione del passaruota anteriore e il pneumatico anteriore sinistro squarciato. Danni che non potevano dipendere dal tamponamento alla macchina della municipale.

Ed effettivamente, dopo pochi minuti, la Centrale operativa ha avvertito la pattuglia che, poco prima, all’intersezione tra via Molteni e via Avio, la Dodge Caliber aveva urtato violentemente un’altra autovettura con a bordo tre persone, dandosi poi alla fuga.

L’uomo è stato quindi arrestato per guida in stato di ebbrezza, rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza, fuga da incidente con ferimento di persona e omissione di soccorso.

leggi anche
  • Lungomare
    Pegli, scappa dopo l’incidente: ricercato motociclista
  • Rintracciato e condannato
    Sampierdarena, provocò incidente prima di scappare, condannato a due anni