Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionato Primavera: la Lazio è la prima finalista, domani Torino-Fiorentina

La seconda semifinale e la finale si giocheranno a Chiavari

Savona. Sul terreno del “Bacigalupo” di Savona la squadra Juniores della Lazio ha vissuto un altro capitolo della sua splendida stagione. I biancocelesti hanno battuto per 1 a 0 la Roma nel derby di semifinale ed entrano così nella finale del campionato Primavera che si giocherà martedì a Chiavari. Affronteranno la vincente tra Torino e Fiorentina, che domani si affronteranno al “Comunale” chiavarese.

La partita di oggi, giocata a tratti sotto una forte pioggia, si è risolta ai tempi supplementari dopo che quelli regolamentari erano terminati a reti inviolate.

Sul piano dell’ordine pubblico l’incontro non ha presentato problemi. Accolte dallo spiegamento di forze del pre partita, le tifoserie sono affluite regolarmente sugli spalti, dove si contavano poche centinaia di spettatori. I laziali sono stati sistemati in gradinata, i romanisti in tribuna.

La cronaca. La Roma allenata da De Rossi si schiera con un 4-3-3 con il seguente undici: Marchegiani; E. De Santis, Capradossi, Calabresi, Sammartino; Pellegrini, Machin, Ndoj; Cedric, Vestenicky, Ferri. In panchina siedono Ionut Pop, Paolelli, D’Urso, Verde, Adamo, Marchizza, Vaso, Soleri, Di Livio, Di Mariano, Calì, Belvisi.

La Lazio guidata da Inzaghi risponde con un 4-3-3 con Guerrieri; Pollace, Mattia, Prce, Seck; Murgia, Pace, Verkaj; Tounkara, Fiore, Palombi. A disposizione ci sono De Angelis, Cotticelli, Germoni, Manoni, Capuano, Condemi, Rokavec, Rossi, Milani, Silvagni, Dovidio, Folorunsho Ijienua.

Arbitra Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta, coadiuvato da Luigi Lanotte (Barletta) e Domenico Lacalamita (Bari). Quarto uomo è Fabio Schirru (Nichelino).

Si parte a buon ritmo. La Lazio prova a fare il gioco; Tounkara chiamata alla parata Marchegiani. La risposta della Roma è in un assolo di Cedric che termina a lato. Al 9° va al tiro ancora Tounkara: deviazione sul fondo. Poco più tardi un tiro di Pace finisce di poco fuori dallo specchio della porta giallorossa.

La Lazio continua a proporsi: al 14° la retroguardia romana è chiamata a sbrogliare una difficile situazione in area. Al 16° la squadra di mister De Rossi riesce ad andare al tiro con Vestenicky: Guerrieri fa sua la sfera.

Un paio di minuti più tardi la Roma costruisce una buona occasione lanciando a rete Pellegrini: l’estremo biancoceleste è costretto ad uscire per chiudergli lo specchio della porta, la conclusione si spegne a lato. Al 20°, su punizione di Ferri, Calabresi colpisce di testa e manda a lato.

Al “Bacigalupo” inizia a piovere e il ritmo, dopo un avvio intenso, cala notevolmente. Bisogna attendere il 35° per un sussulto: Pellegrini mette palla in rete, ma è in posizione irregolare.

Al 41° Lazio vicina al vantaggio: Palombi viene servito in ottima posizione e calcia a botta sicura, ma Marchegiani risponde deviando il suo tiro. Si va al riposo sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo si riparte con gli stessi ventidue in campo. All’8° ci prova Pace dalla distanza: Marchegiani blocca in presa. Poco dopo ghiotta occasione per i biancocelesti: Tounkara, innescato da Pace, si presenta a tu per tu con il portiere romanista ma spreca clamorosamente.

Una sostituzione per parte all’11°: D’Urso al posto di Ndoj nella Roma; Fiore per Rossi nella Lazio. Al 17° tra i giallorossi entra Verde; fuori Cedric. La partita è spenta: i cambi continuano ad essere le sole note di cronaca. Al 24° Inzaghi schiera Condemi al posto di Verkaj.

Poco dopo la mezz’ora la Lazio si rende pericolosa con Prce: decisivo il salvataggio di Calabresi. La Roma non resta a guardare e prima con Verde poi con D’Urso spaventa la retroguardia laziale, ma i loro tentativi non vanno a buon fine.

Ultimo cambio per la Lazio al 36° entra Silvagni in sostituzione di Pace. Nel recupero occasionissima per Pellegrini: nell’area piccola riceve palla e può concludere, ma spara alto sopra la traversa. Dopo tre minuti di recupero le due squadre rientrano negli spogliatoi sotto il diluvio. Risultato di 0 a 0: si va ai tempi supplementari.

Al 9° minuto arriva il gol partita: sul rinvio debole di Marchegiani, Tounkara al volo lancia Rossi che avanza verso la porta avversaria e batte il portiere. La reazione dei giallorossi è in una botta da fuori area di D’Urso che impegna Guerrieri in una parata in tuffo. Poco più tardi un tiro di Ferri lambisce in montante. Al 15° lo stesso Ferri va a sedersi in panchina: entra Soleri.

Nel secondo tempo i giallorossi entrano in campo decisi ad attaccare a testa bassa. Al 3° Calabresi insacca su una punizione di Verde, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. La Roma insiste e per due volte. prima con Soleri e poi con Murgia, crea grattacapi alla retroguardia laziale: la difesa riesce a frenarlo.

La Roma non ha più la forza di spingere e negli ultimi cinque minuti di gioco non accade più nulla: la Lazio è in finale.