Quantcast
Via all'aumento

Banca Carige, la Consob dà il via libera all’aumento di capitale: i dettagli

Banca Carige

Genova. La Consob ha dato il via libera all’aumento di capitale di Banca Carige, autorizzando la pubblicazione del prospetto informativo sulla ricapitalizzazione e permettendo al cda di riunirsi per fissare il prezzo di emissione delle nuove azioni.

I titoli verranno offerti a 1,17 euro ciascuno, con uno sconto del 35,2% sul terp (prezzo teorico dopo lo stacco del diritto di opzione). I soci avranno diritto a sottoscrivere sette nuove azioni per ogni titolo in portafoglio. Lo sconto è inferiore sia al 40% dell’aumento da 800 milioni dello scorso giugno sia al 38,9% della ricapitalizzazione di Mps attualmente in corso ma in ogni caso sufficiente ad invogliare gli azionisti a sottoscrivere.

Anche quella dell’istituto ligure è infatti, al pari di quella di Siena, un’operazione fortemente diluitiva e dunque penalizzante per chi decidesse di non seguirla: Carige, che ha chiuso in calo per la quarta seduta consecutiva (-1,25% a 6,3 euro), vale in borsa circa 655 milioni, 200 milioni in meno degli 850 che si appresta a chiedere al mercato.

Probabile dunque che a Piazza Affari si rivedano quelle tensioni che hanno accompagnato la ricapitalizzazione di Mps e quelle “anomalie di prezzo” sulle azioni, contro cui la Consob mette in guardia i risparmiatori e vigila occasione delle operazioni iperdiluitive. All’aumento dovrebbero partecipare i nuovi soci forti, la famiglia Malacalza, titolare del 14,9%, e l’imprenditore Vittorio Volpi (5,1%).

Carte coperte da parte di Bpce, scesa recentemente dal 9,9% al 5,1%, e Ubs (4,4%), la cui quota è oggetto di un prestito titolo. La Fondazione Carige, titolare dell’1,95%, valuterà la partecipazione l’11 giugno, quando è inprogramma una riunione dell’ente.

In ogni caso l’aumento è coperto da un nutrito consorzio di garanzia, con Mediobanca capofila nel ruolo di global coordinator e joint-bookrunner. L’operazione debutterà sul mercato lunedì: i diritti di opzione potranno essere scambiati fino al 19 giugno ed esercitati per sottoscrivere le azioni fino al 25 giugno.